menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, la giunta approva 1,3 milioni per lavori di manutenzione: 700 mila al centro storico

E i restanti 600 mila per le isole: Lido, Pellestrina, Murano, Burano e Sant'Erasmo. Assessore Zaccariotto: "Bene la collaborazione delle famiglie contro la polemica strumentale e politica sui social"

Un milione e 300 mila euro è la cifra approvata martedì dalla giunta comunale a Ca' Farsetti per lavori di manutenzione e adeguamento nelle scuole del centro storico, Lido, Pellestrina, Murano, Burano e Sant'Erasmo. Settecento mila euro saranno destinati alle scuole del centro storico e i restanti 600 mila alle isole.

Per quanto riguarda il centro storico si eseguiranno, tra le altre, le seguenti attività straordinarie: la manutenzione del tetto piano alla scuola dell'infanzia comunale Comparetti (20 mila euro), la manutenzione dei parapetti del tetto piano e delle sigillature alla scuola dell'infanzia statale Pascolato (5 mila euro), la ripassatura della copertura e la sistemazione delle grondaie nella primaria Gaspare Gozzi, secondaria di primo grado S. Provolo e alla Calvi (complessivi 130 mila euro), la sostituzione e manutenzione dei serramenti nelle scuole primarie statali Diaz e Manzoni (complessivi 100 mila euro), la manutenzione di pavimentazioni, elementi lapidei e terrazzi alla veneziana nella scuola primaria statale Canal e nella secondaria di primo grado statale Morosini – Sansovino di Palazzo Jagher e Palazzo Priuli (26 mila euro) e il risanamento e le pitturazioni dei refettori e degli ambienti dedicati alla porzionatura per un complessivo importo di 91 mila euro.

Inoltre, si avvieranno i lavori di manutenzioni diffuse programmate in tema di sistemi antincendio in tutte le scuole (oltre a quelle già citate ci saranno le scuole dell'infanzia San Francesco e Tommaseo primo, gli asili nido San Provolo e Tiepolo e la scuola secondaria di primo grado statale Dante Alighieri) per un totale di complessivi 40 mila euro e manutenzioni diffuse ordinarie come quelle di tipo edile e di falegnameria per un totale di 30 mila euro e quelle degli impianti elettrici, idraulici ed espurghi per altri 48 mila.

Per quanto riguarda le scuole del Lido, Pellestrina, Murano, Burano e Sant'Erasmo l'attenzione sarà rivolta prioritariamente alle seguenti scuole: scuola primaria Cerruti a Murano: manutenzione straordinaria di quota parte dei serramenti esterni e la manutenzione delle vetrate (circa 14 mila euro).
Scuola secondaria di primo grado Vivarini a Murano: sostituzione di numerosi serramenti ormai vetusti e di quelli della in palestra. È poi previsto un intervento di ripristino del calcestruzzo armato su porzioni della facciata, la sostituzione del parapetto, la ridipintura e il risanamento delle finiture interne dell'auditorium e la sostituzione di una recinzione metallica esterna (circa 125 mila euro). Scuola primaria e secondaria di primo grado Di Cocco a Burano: manutenzione straordinaria di quota parte dei serramenti lignei e la verifica e il risanamento del cornicione di gronda (più di 27 mila euro).
Scuola dell'infanzia San Giovanni Bosco al Lido di Venezia: completamento degli interventi di manutenzione straordinaria degli infissi esterni con sostituzione di quelli ammalorati comprese le opere murarie necessarie e la sistemazione dei servizi igienici (1000 euro).

Scuola dell'infanzia Rodari al Lido di Venezia: sostituzione dei serramenti esterni comprese le tapparelle e il completamento della recinzione esterna lato Ex Favorita (oltre 20 mila euro). Scuola secondaria di primo grado Vettor Pisani al Lido di Venezia: impermeabilizzazione del tetto della palestra (oltre 27 mila euro)
Scuola dell'infanzia Gabelli – Lido di Venezia: ripristino dei locali danneggiati dagli atti vandalici attraverso la raschiatura delle pitture a tempera e la ripintura. Sui controsoffitti, anch'essi imbrattati di pittura, si procederà alla sostituzione dei pannelli e alla pulitura del telaio o alla sua sostituzione (oltre 11 mila euro). Scuola dell'infanzia e primaria Penzo al Lido di Venezia: saranno sostituiti i davanzali interni, in legno, delle finestrature (oltre 32 mila euro). Asilo nido integrato San Pietro in Volta a San Pietro in Volta: manutenzione straordinaria delle inferriate con la sostituzione di quelle più ammalorate con il ripristino delle opere murarie. Si procederà anche alla manutenzione straordinaria delle rampe d'accesso per le persone con disabilità motoria e delle porte di emergenza esistenti (più di 7,5 mila euro), nei presidi antincendio è prevista la verifica della funzionalità delle porte Rei e delle lampade di emergenza per oltre 14 mila euro.Sono previsti ulteriori 100 mila euro per manutenzioni diffuse su guasti non prevedibili. A tutti questi lavori a misura si aggiungono altri quasi 43 mila euro di lavori in economia e oltre 32 mila per la sicurezza.

“Negli ultimi mesi – ha commentato l'assessore ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto - ho notato con grande piacere che i genitori di alcune scuole cittadine hanno iniziato a segnalare le problematiche dei plessi scolastici frequentati dai loro figli direttamente agli uffici preposti della Direzione Lavori pubblici, favorendo così quel monitoraggio costante che solo chi vive ed utilizza il territorio e le infrastrutture può fare capillarmente. E' un segnale positivo di collaborazione che mette in ombra quella piccola minoranza di cittadini che preferiscono denunciare sui social network o sui giornali, scegliendo la strada della polemica strumentale e politica, denigrando a prescindere l'operato dei dipendenti dell'amministrazione. In questo quadro, la delibera approvata permetterà di mettere in opera, anche per quest'anno, nel corso della pausa estiva, la gestione manutentiva necessaria, sia per opere edili che impiantistiche, in modo da consentire di mantenere le strutture funzionali all’uso e rispondenti agli standard previsti dalla normativa vigente”.

“Sostanzialmente – ha concluso l'assessore Zaccariotto - nell’attività manutentiva parte dei fondi sarà destinata ad interventi puntuali e programmati, mentre l’altra parte verrà utilizzata per interventi diffusi a chiamata: l’obiettivo ultimo è chiaramente il passaggio, per quanto possibile, dalla gestione dell’emergenza alla prevenzione delle problematiche, mediante una programmazione, tecnica ed economica, degli interventi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento