menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grosso sversamento di gasolio, tratto di mare off limits a Jesolo

Venerdì capitaneria di porto e vigili del fuoco al lavoro per arginare la chiazza oleosa all'altezza di piazza Torino. Divieto di balneazione

Divieto di balneazione immediato in spiaggia all'altezza di piazza Torino. Più o meno "da pontile a pontile" all'altezza della torretta 24. Non è stato un venerdì pomeriggio come gli altri per i turisti e i bagnanti che con il proprio sdraio o il proprio asciugamano avevano previsto di passare le ultime ore di sole della giornata in quel tratto di arenile a Jesolo.

A un certo punto, verso le 12, i bagnini di Jesolo Turismo hanno segnalato un'estesa macchia di gasolio che inesorabilmente si stava avvicinando a riva. Dell'"intruso" ci si è accorti nel momento in cui la chiazza è stata visibile a occhio nudo o con i binocoli, dunque quando già l'imbarcazione colpevole della perdita si era allontanata. Immediatamente è stato istituito il divieto di balneazione in un tratto di alcune centinaia di metri, mentre sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia locale che a sua volta ha allertato gli uomini della capitaneria di porto e dei vigili del fuoco.

Lo sversamento è stato isolato con delle apposite panne, mentre sono al lavoro anche i tecnici dell'Arpav per far luce sull'effettiva entità dell'inquinamento. Il sindaco Valerio Zoggia (che si è poi recato di persona nel luogo dell'intervento) non appena è stato informato dell'accaduto ha promulgato un'ordinanza di divieto di balneazione tra le torrette 23 e 25 che rimarrà in vigore finché l'emergenza non sarà rientrata. Con ogni probabilità la fuoriuscita di carburante si sarebbe verificata non troppo lontano dalla costa, visto che la chiazza sarebbe "unica".

In questo senso è stato più facile per gli operatori circoscrivere il problema. Spetterà ora alla capitaneria di porto scoprire quale sia il natante che, magari senza accorgersene, abbia perso il gasolio in mare. Guastando le ferie di chi aveva scelto proprio l'arenile all'altezza della torretta 24 per trascorrere le proprie giornate jesolane. Alle 16 i vigili del fuoco erano ancora al lavoro, segno che l'intervento si è rivelato piuttosto impegnativo. Il divieto di balneazione potrebbe durare un paio di giorni, ma è ancora troppo presto per fare previsioni.

"A breve inizierà con delle pompe speciali l’aspirazione del gasolio dall’acqua - dichiara il primo cittadino Zoggia - E’ un fatto grave che non ci voleva proprio in questo momento della stagione ma che stiamo cercando di risolvere nel più breve tempo possibile e con il massimo impegno per evitare ulteriori disagi ai nostri ospiti che alloggiano in quel tratto di arenile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento