Marea a 135, meteo in peggioramento: le paratoie si alzeranno

Sempre più probabile l'attivazione del Mose giovedì 15 ottobre tra le 10.20 e le 10.45. L'ordinanza della Capitaneria di porto per il blocco della navigazione è pronta. Il provveditorato ha deciso di azionare le dighe mobili. Operazioni dalle 8 del mattino

Acqua alta Rialto, foto di archivio

Dopo la prova generale di sabato 3 ottobre il Mose entrerà molto probabilmente in funzione con il sollevamento delle paratoie giovedì 15 ottobre, poiché le previsioni del centro maree si mantengono stabili attorno a questo valore, 135 centimetri tra le 10.20 e le 10.45, e il meteo conferma un peggioramento del tempo.

L'ordinanza della Capitaneria di porto per il blocco della navigazione in laguna è pronta. Tutto dovrebbe iniziare alle 8 del mattino e concludersi alle 15.30, come riporta il documento della guardia costiera che ha recepito la comunicazione della sala operativa decisionale del Mose, provveditorato, Consorzio Venezia Nuova. Il provveditore Cinzia Zincone, che con la struttura del Commissario straordinario del Mose Elisabetta Spitz sovrintendente alle operazioni, ha monitorato le carte meteo e poi, anche se con un'incertezza sulla massima di marea, secondo quanto riporta Ansa ha deciso che le paratie alle bocche di porto Lido (San Nicolò – Treporti) e Malamocco, si alzeranno per separare la laguna dal mare.

Il maltempo da ovest Europa stanotte si sposterà verso l'Italia. Sull'Adriatico soffieranno venti di scirocco e bora: se dovessero prevalere i primi, sommandosi alla marea astronomica di +80 centimetri, i 135 saranno raggiunti. Se la quota in laguna viene portata attorno ai 100 centimetri, piazza San Marco e i punti bassi vengono sommersi lo stesso, anche se di poco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante l’intero arco temporale in cui le paratoie saranno sollevate, scrive la Capitaneria, i tratti lagunari interessati resteranno interdetti alla navigazione, alla sosta e all’ancoraggio. Le navi in partenza o in arrivo da e per l’area portuale di Marghera potranno transitare attraverso la bocca di porto di Malamocco entro le 7 del 15 ottobre. La “conca di navigazione” adiacente alla bocca di porto di Malamocco, già chiusa sul lato laguna, è interdetta alla navigazione. Il traffico portuale potrà riprendere regolarmente, salvo inconvenienti tecnici, non prima delle 15.30, ovvero, non appena tutte le barriere saranno tornate nella posizione di riposo. L'ordinanza cessa di produrre i propri effetti qualora il Consorzio Venezia Nuova, sulla base dei modelli previsionali disponibili, comunicherà l’annullamento delle operazioni per il venir meno delle condizioni di marea che le avevano rese necessarie.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento