menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

240 "cervelloni" riuniti a Ca' Foscari: Marie Curie, le promesse della ricerca europea

Prima conferenza in Italia per l'associazione degli alumni: il 4 e 5 marzo all'auditorium Santa Margherita assemblea dei vincitori della prestigiosa borsa di ricerca europea

Venezia al centro della ricerca europa: i più promettenti hanno scelto l’università Ca’ Foscari per la loro quinta conferenza annuale, la prima in Italia, in cui si confronteranno su ruolo, risorse e prospettive della ricerca. Venerdì 4 e sabato 5 marzo, infatti, si riuniscono all'auditorium Santa Margherita circa 240 vincitori del prestigioso e competitivo finanziamento “Marie Curie”: su questi ricercatori la Commissione Europea ha scelto di scommettere, sostenendo le loro idee di ricerca con borse biennali o triennali che permettono di trascorrere un periodo di ricerca anche in centri di ricerca extra-europei, riportando poi “in patria” competenze e risultati.

Ca’ Foscari stessa vanta il record nazionale di borse vinte nel 2014 e nel 2015, con ben sette borse l’anno per un finanziamento che supera i due milioni di euro. I progetti in campo affronteranno con approccio interdisciplinare sfide importanti non solo in campo scientifico e tecnologico, ma anche nelle scienze sociali e nelle discipline umanistiche. A organizzare l’appuntamento è il gruppo italiano dell’associazione degli alumni Marie Curie, nata nel 2012 e oggi formata da quasi 7mila ricercatori, in maggioranza under 35. Oltre mille gli italiani.

Appuntamento alle 9.30 di venerdì 4 marzo, a dirigere le danze sarà il rettore Michele Bugliesi. Durante la giornata di conferenza si confronteranno con rappresentanti di Commissione Europea, Miur, Unesco, Cnr e altre importanti istituzioni. Approfondiranno tematiche come le opportunità di finanziamento della ricerca, le partnership tra scienza e impresa, la comunicazione della ricerca. Sabato 5 è in programma l’assemblea dell’associazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento