Cronaca Chirignago / Via Portorose

Irruzione nel cantiere ferroviario alla Gazzera: sequestrato un etto e mezzo di marijuana

La droga era nascosta in un container dell'area di lavoro. Il blitz martedì pomeriggio in via Portorose: identificati due cittadini di origini magrebine. Requisiti soldi e bilancini

Continuano i sequestri di droga da parte del Nucleo di polizia giudiziaria della polizia locale di Venezia, con il fondamentale supporto dell'unità cinofila e dei militari del battaglione lagunari "Serenissima". L'intervento martedì pomeriggio, verso le 15, in via Portorose, all'interno di un'area di cantiere ferroviario della Gazzera. 

Da qualche giorno ai vigili erano state segnalate attività sospette intraprese da persone di origine magrebina e, con ogni probabilità, legate al mondo dello spaccio di stupefacenti. L'irruzione al cantiere, avvenuta contemporaneamente su più fronti, ha consentito il fermo e l'identificazione di due cittadini tunisini, pluripregiudicati per spaccio, rispettivamente di 20 e 24 anni, che hanno tentato di fuggire.

L'unità cinofila ha poi scovato un etto e mezzo di marijuana nascosta in tre sacchetti diversi all'interno di un container di cantiere, di una conduttura di scarico di un altro container e di un tubo di raccordo. Oltre allo stupefacente sono stati sequestrati bilancini e denaro, probabile frutto di spaccio. Degli esiti degli accertamenti è stata informata l'autorità giudiziaria.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irruzione nel cantiere ferroviario alla Gazzera: sequestrato un etto e mezzo di marijuana

VeneziaToday è in caricamento