rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Portogruaro

Condannato per omicidio, scappa all'estero: rientra in Italia attraverso la rotta balcanica

Un cittadino marocchino lunedì sera è stato individuato in zona industriale a Portogruaro. Identificato, si è scoperto che doveva scontare più di 20 anni di reclusione per il delitto

E' stato individuato in compagnia di un connazionale in zona industriale a Portogruaro senza lo straccio di un documento e portato in commissariato. Al termine degli accertamenti si è scoperto che lui, un cittadino marocchino, era ricercato per omicidio e che doveva scontare una pena a più di 20 anni di reclusione per un delitto commesso a Bologna nel 2004 maturato nell'ambito dello spaccio di stupefacenti. Le porte del carcere per il ricercato si sono aperte nella tarda serata di lunedì. Ad attirare l'attenzione degli agenti del commissariato della città del Lemene, il fatto che i due, alla vista della pattuglia, avessero tentato di allontanarsi a piedi. Una volta fermati, hanno spiegato di essere cittadini marocchini e di essere intenzionati a chiedere asilo politico in Italia.  

Durante i riscontri è emerso che i due erano già stati controllati in vari Stati lungo la "rotta balcanica", dalla Grecia fino alla Croazia. Lì, poi, con ogni probabilità sono riusciti a salire e nascondersi su un vagone merci di un treno giunto in Italia attraverso la frontiera di Trieste. L'omicida, però, ha destato l'interesse degli agenti perché, nonostante con il nome fornito non emergesse nulla, parlava abbastanza bene l'italiano. Dopodiché si è scoperto il motivo: quello era solo uno dei nomi declinati dal sospetto, le cui prime tracce in Italia con altre generalità arrivano fino ai primi anni Duemila, tra Milano e Bologna. Indagato più volte per spaccio. E' proprio in questo ambito che sarebbe maturato il delitto per cui, poi, nel 2009 è stato condannato in via definitiva a più di 20 anni di reclusione. Al termine delle operazioni il cittadino marocchino è stato accompagnato alla casa circondariale di Pordenone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per omicidio, scappa all'estero: rientra in Italia attraverso la rotta balcanica

VeneziaToday è in caricamento