menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Martedì grasso di controlli in campo: fermati 2 pusher, giovane con la "maria" nelle mutande

Ultimo giorno di Carnevale, pattugliamenti in città da parte della polizia locale di Venezia. I servizi straordinari hanno dissuaso molti pusher, che comunque si sono fatti vivi

I controlli serrati degli agenti della polizia locale di Venezia nel corso del Carnevale sembrano aver dissuaso molti pusher a farsi vivi sulla pubblica piazza, cercando probabilmente vie alternative per smerciare la propria "roba". Fatto sta che nella serata conclusiva della kermesse lagunare, quella di Martedì grasso, gli agenti hanno pattugliato i campi Biella e San Giacometo, due dei luoghi più caldi dello spaccio in città, riscontrando una situazione tranquilla.

Fermati due pusher tunisini

Nella calma generale, gli uomini in divisa hanno comunque fermato due cittadini tunisni, entrambi di 28 anni, intenti in uno scambio di stupefacenti con alcuni giovani presenti in quel momento in campo. Fermati prima che la compravendita andasse a buon fine, sono risultati entrambi senza documenti d'identità al seguito. Dopo essere stati trasferiti nella sede del Servizio sicurezza urbana della polizia locale sono quindi stati sottoposti a fotosegnalazione.

"Maria" nelle mutande

Nella stessa serata è stata multata un 26enne della marca trevigiana, sorpresa a rollare degli spinelli da fumare, con ogni probabilità, nel corso della serata. Alla giovane sono stati sequestrati anche alcuni grammi di "maria", nonché un grinder per triturare lo stupefacente. Per lei è scatta anche la segnalazione in Prefettura quale consumatrice. Stessa sorte ancheper un 24enne di Mira, sorpreso a fumare una canna. Dopo la perquisizone di rito, è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana nascosta nelle mutande.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento