Maschera conquista la vittoria più importante

Il portacolori di PR Group ha tagliato il traguardo finale, nel giorno di Ferragosto, del progetto Solidape mantenendo una promessa molto speciale.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

Dolo (Ve), 17 Agosto 2016 - Lunedì 15 Agosto, ore 17.30, in quel di Cazzago di Pianiga, in provincia di Venezia, Michele Maschera ha tagliato il traguardo forse più importante della propria carriera da pilota.
Nel centro della cittadina veneziana la carovana del progetto Solidape ha completato la propria missione con protagonista anche il portacolori di PR Group che, smessi temporaneamente tuta e casco, si è lanciato alla fine dello scorso mese di Luglio in questa avventura per una nobile causa.

"Ho coronato un sogno" - racconta Maschera - "perchè ho mantenuto la promessa fatta lo scorso anno a mio padre. Il giorno dell'arrivo a Capo Nord ho provato emozioni che a stento riesco a descrivere: fierezza, commozione e grande soddisfazione. È come aver vinto un campionato intero nei rally assieme a tutta la squadra. Ci sono stati momenti difficili, guasti meccanici e qualche tensione tra i componenti del gruppo ma quel che conta è solamente che l'obiettivo prefissato sia stato raggiunto."

Il progetto Solidape, grazie a questo epico viaggio sino a Capo Nord, a bordo della mitica Ape Piaggio, ha raccolto fondi per la LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori, sezione di Padova), la ANFASS (associazione nazionale disabilità, con sede a Mira, in provincia di Venezia), La Colonna (associazione lesioni spinali di Mirano, sempre nel veneziano), e la Oltre di Muro (associazione di promozione sociale che si occupa di servizi per disabili ed ha sede a Dolo, in provincia di Venezia).
Certamente per Maschera le emozioni vissute al volante sono state ben diverse rispetto a quelle provate abitualmente alla guida di vetture quali Peugeot 207 Super 2000, Renault Clio Super 1600 e gruppo A ma il risultato ottenuto all'arrivo non ha paragoni in ambito sportivo.

"È stata un'avventura affascinante" - sottolinea Maschera - "praticamente il viaggio della vita e mi resterà per sempre nel cuore."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento