Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

Dall'1 giugno si potrà girare senza mascherina: sarà obbligatoria nei luoghi pubblici al chiuso e nelle circostanze in cui non si potrà garantire distanziamento sociale

Da lunedì in Veneto la mascherina andrà indossata obbligatoriamente solo nei luoghi pubblici al chiuso e nelle circostanze in cui non sarà possibile rispettare distanze di sicurezza superiori ad un metro o evitare assembramenti. L'annuncio è arrivato questa mattina dal presidente della Regione Luca Zaia, nel corso del consueto punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. La novità è contenuta all'interno della nuova ordinanza regionale valida da lunedì 1 giugno 2020, che il governatore firmerà nelle prime ore di questo pomeriggio.

I divieti che resteranno in vigore dopo il 3 giugno

Case di riposo e centri termali

Tra le novità principali anche la riapertura delle case di riposo: da lunedì sarà possibile andare a visitare gli anziani (seguendo le opportune linee guida allegate all'ordinanza) e potranno essere accolti anche nuovi ospiti. Queste sono le linee imposte dalla Regione, fatta salva la possibilità dei gestori delle strutture di imporre delle restrizioni aggiuntive. Riaprono i portoni anche i centri termali, con limitazioni per le saune e i bagniturchi, che potranno essere fruiti solo individualmente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Centri estivi

Il primo giugno via libera anche all'apertura dei centri estivi per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni. Per evitare burocrazia e scartoffie, la Regione ha deciso di semplificare le procedure: i gestori dei centri dovranno compilare una sola scheda da consegnare ai Comuni; i genitori, allo stesso modo, dovranno consegnare una scheda precompilata alla struttura che ospiterà i figli. Attualmente non ci sono novità di sorta sui centri estivi per i bambini da 0 a 3 anni: «Dal Governo non ci sono ancora risposte, - ha spiegato Zaia - e non potevo pensare di rimandare ancora questa ordinanza. Se dovesse sbloccarsi la situazione, farò un'ordinanza ad hoc».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento