menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro benessere improvvisato in spiaggia, due cinesi zeppi di soldi

Un uomo e una donna, grazie alla segnalazione di un cittadino, venerdì pomeriggio sono stati multati dalla Municipale. Avevano 4mila euro

Ciò che meraviglia non è tanto il fatto che offrissero massaggi in maniera del tutto abusiva in spiaggia, ma bensì che fossero pieni di soldi. Quattromila euro in contanti racimolati evidentemente limitandosi a mettersi sull'arenile e attirare clienti. Ignari, o per meglio dire noncuranti del fatto che siano pratiche del tutto illegali. Stavolta, però, venerdì pomeriggio grazie alla segnalazione di un passante gli agenti della polizia municipale di Jesolo sono riusciti a intevenire cogliendo in flagrante i "gestori" del centro benessere improvvisato. Il blitz nel tratto di spiaggia libera antistante il campeggio del faro, in corrispondenza di un ombrellone, lettini e sdrai predisposti per fornire i massaggi.

Ai due massaggiatori di nazionalità cinese, un uomo ed una donna privi di documenti, oltre al fotosegnalamento e alla multa, sono state sequestrate anche tutte le attrezzature che sono servite per commettere la violazione. Come detto, la vera sorpresa però è stata trovare la coppia in possesso di oltre 4mila euro in contanti, subito requisiti: "Nel corso dell'attività è emerso che i lettini erano stati rubati - spiega il comandante Claudio Vanin - e, dopo la denuncia di furto, sono stati immediatamente restituiti al legittimo proprietario. Si tratta di un'altra brillante operazione portata a compimento grazie alla cittadinanza attiva". I due soggetti di nazionalità cinese sono stati multati per un importo di 1.204 euro per esercizio abusivo dell’attività di estetista, nonché denunciati per concorso in furto dei lettini e ombrellone e perché non in regola con i permessi per l’ingresso e la dimora nel territorio nazionale. Di tutta l’attività svolta è stato informato il PM di turno presso il Tribunale di Venezia che ne ha disposto la denuncia a piede libero.

"Ancora una volta - ha commentato l'assessore alla Sicurezza Luigi Rizzo - si assiste ad una brillante operazione di polizia a tutela della legalità condotta dalla polizia municipale grazie al coinvolgimento della cittadinanza attiva. Merito questo delle strategie messe in campo dall’Assessorato alla Sicurezza e dal Comando della polizia municipale che hanno permesso, debbo dire con successo, un sempre maggior coinvolgimento dei cittadini ed un conseguente aumento della fiducia nei confronti dei nostri Agenti. Un ringraziamento a tutti i cittadini ed alla polizia municipale per continuare su questa strada”.

IMG-20140801-WA000-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento