rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Mestre Centro

Massaggi hard tra Mestre e Mogliano, stop a giro di prostitute

I carabineri veneziani hanno scoperto l'ennesimo caso partendo da annunci su giornali e web. Mesi di indagini per arrivare alla maitresse cinese 45enne

Un giro di prostituzione cinese da migliaia di euro camuffato nei soliti centri benessere per massaggi. Anche questa volta tutto è partito da Mestre e poi si è esteso fuori provincia, nel territorio di Mogliano, con indagini dei carabinieri cominciate mesi fa. L'epilogo risale a giovedì, quando, secondo quanto riporta la Nuova, i militari del Nucleo operativo veneziano hanno fatto irruzione nei locali di via Ronzinella a Mogliano. In manette sono finite due giovani ragazze, irregolari in Italia, e la loro maîtresse di 45 anni.

Tutto avveniva come al solito: annunci web e sui giornali in cui venivano pubblicizzati massaggi sensuali e accattivanti, almeno per la clientela maschile. Settimane di osservazione hanno così permesso di individuare tre appartamenti, uno a Mestre e due a Mogliano, utilizzati come vere e proprie alcove. A mantenere rapporti con i clienti e organizzare gli incontri ci pensava la 45enne: secondo i carabinieri il tariffario era compreso tra i 50 e i 500 euro, a seconda della prestazione, con le ragazze, almeno 10, fatte turnare sui vari appartamenti veneziani e trevigiani. Tutti i locali sono ora stati sequestrati: la maîtresse è stata arrestata per sfruttamento della prostituzione. Le due ragazze scoperte in flagranza di reato saranno espulse dall'Italia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massaggi hard tra Mestre e Mogliano, stop a giro di prostitute

VeneziaToday è in caricamento