menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molestie sessuali, massaggiatore sportivo condannato a sette anni

Renato Remonato, il professionista di Mirano accusato da tre giovani di violenza, dovrà risarcire una delle vittime con quattromila euro

E' stato condannato a sette anni di reclusione Renato Remonato, il massaggiatore sportivo di Mirano accusato di tre episodi di violenza sessuale nei confronti di altrettanti atleti minorenni. Alle 14 di martedì la sentenza del giudice, che ha sostanzialmente accolto le richieste della Procura.

Le indagini erano scattate dopo il tentativo di estorsione da parte di una coppia di nazionalità romena nei confronti del massaggiatore, conosciuto per la sua attività in tutto il Miranese. Centinaia i giovani atleti delle varie società sportive del territorio che si sono rivolti ai suoi trattamenti per risolvere problemi muscolari. I due coniugi a suo tempo dissero al condannato di consegnare circa 50mila euro, altrimenti avrebbero diffuso un video che lo ritraeva in atteggiamenti intimi con il loro figlio.

Remonato aveva denunciato tutto, finendo però nei guai per le molestie di cui sarebbe rimasto vittima il giovane. L'inchiesta dei carabinieri del nucleo investigativo di Venezia si è sviluppata ricostruendo altri due casi di molestie, cui si aggiungono altrettanti episodi già prescritti. Al massaggiatore, non presente in Aula martedì, viene contestata anche la detenzione di materiale pedopornografico nel suo computer. Migliaia di foto furono sequestrate dalle forze dell'ordine. A uno dei ragazzi che hanno dichiarato di essere stati molestati è stato concesso un risarcimento di 4mila euro, per un secondo giovane invece servirà attendere la decisione del giudice civile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento