Il Comune risponde alla diffida su Santa Teresa: «Riaprirà una volta sistemata»

È l'assessore Paolo Romor a confermare, ai genitori che avevano chiesto di procedere alla ripartenza della materna a gennaio, che lo stabile necessita di «soluzioni definitive di restauro»

Santa Teresa materna, archivio

Il passaggio degli alunni alla scuola Diego Valeri, per i rappresentanti dei genitori dei 31 piccoli della materna Santa Teresa, chiusa dopo l'acqua granda del 12 novembre scorso e mai più riaperta, non è una soluzione soddisfacente. Hanno perciò inviato una diffida al Comune, due giorni fa, intimando di procedere alla riapertura a gennaio, subito dopo le vacanze di Natale. «Pare - hanno scritto - che le perizie, non solo non abbiano fatto riscontrare criticità particolari, ma che neppure siano state avviate». Da qui a chiedersi poi se, nonostante l'impegno di spesa assunto per 250 mila euro dal Comune per i lavori, sarebbero mai iniziati realmente alla Santa Teresa, il passo è stato breve. Tanto da portare alcuni genitori a credere che quel momentaneo trasferimento alla Diego Valeri, l'altra materna di Dorsoduro dove sono stati dirottati i bambini, non avrebbe finito per rappresentare la scelta definitiva «imposta». Con buona pace per il venir meno di uno stabile scolastico.

I controlli tecnici

Subito dopo la riunione degli assessori Francesca Zaccariotto, ai Lavori Pubblici, e Paolo Romor, alle Politiche Educative, due settimane fa, alcuni fra i genitori dei 31 bambini della scuola problematica, avevano inviato loro una lettera, chiedendo di poter vedere i risultati dei controlli e casomai provare a studiare soluzioni per non chiudere la scuola. Ma gli assessori hanno mantenuto e ribadito le dichiarazioni iniziali. Le stesse che sono state fatte pervenire per iscritto agli autori della diffida oggi, giovedì 19 dicembre.

La conferma

«Le condizioni generali dell'edificio scolastico sono tali da far ritenere di dover intervenire in maniera complessiva e organica rispetto a quanto prima preventivato, con soluzioni definitive di restauro e ristrutturazione dell'immobile», si legge nella mail degli assessori Zaccariotto e Romor. «Si confermano dunque la chiusura temporanea della scuola Santa Teresa e il trasferimento dei 31 bambini alla Diego Valeri. La Santa Teresa è sempre stato aperta, nell’emergenza alla XXV Aprile, e ora sistemiamo delle aule vuote alla Diego Valeri (che è distante 4 minuti)». I genitori avevano concluso nella diffida: «Perdurando l’immotivata chiusura e l’eventuale inerzia dei soggetti preposti, i sottoscritti si vedranno loro malgrado costretti a rivolgersi alle Autorità giudiziarie preposte, con riserva di ogni azione, anche risarcitoria». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento