rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Camponogara

Lui è cattolico: ostacoli dal Marocco per le nozze, "non è musulmano"

La questione è arrivata al Tribunale di Venezia, che ha deciso di "costringere" il comune di Camponogara di dare il nulla osta. Oggi, quindi, si corona il sogno d'amore tra i due innamorati

Amore ogni oltre confine. Di religione e di stato. Finalmente due giovani di Camponogara oggi potranno convolare a nozze, nonostante l'ostracismo del Paese d'origine di lei, il Marocco. La giovane, arrivata in Italia in tenera età, è musulmana. Il suo unico problema è di essersi innamorata di un ragazzo italiano cattolico, e ciò l'avrebbe portata a subire anche minacce di morte.

Il suo credo, infatti, vieta alle donne di sposare uomini stranieri che non siano di fede islamica. Una norma che la coppia aveva pensato meno "pressante" di quanto in verità invece si è dimostrata. I problemi iniziano quando si recano in comune per chiedere la pubblicazione matrimoniale. I dipendenti, come da prassi, chiedono però di presentare il nulla osta di nubilato da parte del Paese d'origine della ragazza. Carta di cui in quel momento non erano in possesso. Fiduciosi, i due si imbarcano in un aereo e vanno in Marocco. L'amministrazione locale, però, afferma loro che per l'attestato bisognava chiedere al capo tribù berbero della zona d'origine della ragazza.

Una volta che l'uomo però si accorge che quello sarebbe stato un matrimonio con un occidentale non musulmano, la "trattativa" si blocca. Anzi, il consiglio per la donna sarebbe stato quello di ravvedersi e di sposare uno della sua religione.

Bloccati dalla burocrazia da una parte del Mediterraneo, e dal "veto" religioso dall'altra, la coppia non può quindi far altro che rivolgersi a un avvocato. La questione finisce in tribunale. I due hanno diritto a sposarsi? Secondo l'avvocato Emanuele Compagno, anch'egli di Camponogara, sì. E' stato presentato ricorso per la "chiara discriminazione religiosa" subita. La richiesta, forte di una circolare ministeriale ad hoc, era di ordinare al Comune di rilasciare il nulla osta alle nozze anche in assenza dell'attestato marocchino.

 

Richiesta che ieri è stata accolta dal tribunale. Nemmeno il tempo di gioire che già i due giovani oggi si sono dati appuntamento in Comune, finché morte (e non la religione) non li separi.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lui è cattolico: ostacoli dal Marocco per le nozze, "non è musulmano"

VeneziaToday è in caricamento