Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca San Marco / Riva del Carbon

Matrimonio Clooney, è finalmente "Sì" tra la protesta dei comunali

George e Amal sono già partiti dall'aeroporto Marco Polo. Prima a Ca' Farsetti bagno di folla tra turisti e fotografi. Saluti e sorrisi degli sposi

L'arrivo di George Clooney e Amal Alamuddin (foto Mirko Scapra da Facebook)

Ultimo ciak a Venezia. Tanto per dimostrare di essere ancora una delle celebrità più famose al mondo. Il giorno della firma a Ca' Farsetti con cui suggellare l'amore per Amal Alamuddin per George Clooney si è rivelato l'ennesimo bagno di folla. Lui in completo grigio, lei in un vestito color panna e cappello a falda larga a difenderla dal sole estivo che ha baciato il weekend più vipparolo dell'anno. "Fatemi passare per favore", "Sorry, go da lavorar". Queste di tanto in tanto le frasi che si sono levate dalla riva opposta a Ca' Farsetti.

I camerieri hanno avuto vita dura per la folla che si è assiepata sulle rive e che poi ha seguito il corteo acqueo di "Re Giorgio" fino al suo transito sotto al ponte di Rialto (a sua volta assiepato di curiosi, alcuni sorpresi dall'arrivo di mister Nespresso). Ad attendere lo sbarco dei due sposi donne di ogni età, compresa una ultraottantenne rimasta stoicamente in piedi per più di un'ora. In attesa di "lui", che si è fatto comunque aspettare. Di fronte a Ca' Farsetti non si sono fatti sfuggire l'occasione di protestare a favore di telecamere nemmeno i dipendenti comunali, in trincea contro i tagli inseriti nel bilancio di previsione dal commissario straordinario Vittorio Zappalorto, fischiatissimo al suo ingresso a Ca' Loredan assieme al direttore generale del Comune Marco Agostini.

I manifestanti sono arrivati a chiedere a Clooney "adotta un precario". Cartelli e slogan. E l'attore avrebbe anche scambiato due parole con loro non appena è sceso assieme alla sua bella sul pontiletto antistante il palazzo. Due passi, la consapevolezza di assistere a uno spettacolo straordinario in prima persona. Sorrisi e saluti alla folla. Tutti lì per lui (anche chi subito ha iniziato a urlare "vai a lavorare"). Tant'è, ognuno aveva il suo motivo per attendere lo sbarco della star verso le 13.30.

Dopodiché una cerimonia molto breve, la firma tanto attesa ufficializzata dall'amico Walter Veltroni, poi di nuovo la passerella. Con stavolta i saluti che sono partiti direttamente a bordo del motoscafo da parte di George e Amal, i quali sono ripartiti per raggiungere subito l'aeroporto Marco Polo. Dove li aspettava un aereo privato che li avrebbe riportati nelle loro ville da favola. Chiudendo così una tre giorni di feste da favola. Di palazzi da favola. Di vestiti da favola. Una favola tenuta però strenuamente lontana dagli occhi di curiosi e fan. A Venezia è calato di nuovo il silenzio e per qualcuno ciò potrà sembrare un bene.





IL RITORNO DA CA' FARSETTI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimonio Clooney, è finalmente "Sì" tra la protesta dei comunali

VeneziaToday è in caricamento