Bagno di folla per Salvini a Punta Canna: "Qui per sostenere Gianni, ognuno ha le sue idee"

Il leader del Carroccio è arrivato a Chioggia poco dopo le 10. L'incontro con Scarpa, poi selfie e strette di mano con i clienti dello stabilimento. "Reato di apologia? Bisogna abolirlo"

Matteo Salvini allo stabilimento Punta Canna

Lo ha specificato sin dal suo arrivo allo stabilimento di Punta Canna: "Non si tratta di una visita politica, ma di una visita a sostegno di un'attività che dà lavoro a decine e decine di persone". È arrivato attorno alle 10.15 di martedì, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, nella spiaggia di Sottomarina finita negli ultimi tempi sotto i riflettori per i cartelli e gli slogan (e non solo) inneggianti al fascismo disseminati nello stabilimento gestito da 64enne miranese Gianni Scarpa. Un caso esploso dopo un reportage di Repubblica e che ha portato alla denuncia del titolare, nonché all'ordine del prefetto di rimuovere ogni riferimento al Ventennio (DETTAGLI). Alcuni giorni fa il leader del Carroccio si era detto disponibile a sostenere il gestore, a disposizione per un'eventuale difesa legale. "Mi viene voglia di andare a trovarlo a Chioggia", aveva specificato. Detto fatto, perché ha approfittato di una visita in Veneto (nel pomeriggio di martedì visite a Treviso e Monastier) per "fare un salto" a Punta Canna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accerchiato da una folla di persone, si è reso disponibile con i clienti dello stabilimento, non prima di prestarsi alle domande dei giornalisti. "Il fascismo è storia, noi dobbiamo guardare al presente - ha sottolineato a più riprese Salvini - Non mi interessano le idee politiche, mi interessa che in Italia si possa fare liberamente impresa. Si può essere di questa o quella fede politica, ma da uno stabilimento balneare mi aspetto un servizio completo e professionale. Se porto mio figlio in spiaggia chiedo anch’io ordinie e rispetto. Il resto non conta. Non c'è nessun caso, - ha chiosato - Procura e politica dovrebbero interessarsi di risolvere i veri problemi del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • 17enne insegue i rapinatori e li fa arrestare

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento