menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mattia Malgara

Mattia Malgara

Malgara rapinato nella notte: "Aggredito con cocci di bottiglia"

L'agguato al candidato sindaco in zona corte Lucatello, vicino a campo Santo Stefano: "Le maglie dei controlli con me si stringeranno"

"Poteva accadere a chiunque, di certo questa esperienza me la porterò dentro se diventerò sindaco". A parlare è Mattia Malgara, il candidato indipendente di centro-destra per le Amministrative 2015, rimasto vittima di una rapina in zona corte Lucatello, a Castello. Non distante da campo Santo Stefano. Un'aggressione avvenuta nella notte, verso le 2, mentre il candidato stava tornando a casa dopo una cena elettorale. In zona corte del Pestrin l'agguato (DETTAGLI) da parte di un giovane malintenzionato a volto scoperto: "Forse un tossicodipendente", spiega Malgara.

Il ragazzo spacca una bottiglia di birra in vetro e la rivolge contro la sua vittima di turno: "Ho preferito non reagire, visto che non potevo sapere che tipo di comportamento avrebbe avuto", continua Malgara. Dunque il ladro, ottenuto ciò che voleva, si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. Un bottino di circa duecento euro. Immediato l'allarme lanciato dal candidato sindaco: "I carabinieri sono arrivati sul posto in non più di dieci minuti - sottolinea - dunque la presenza delle forze dell'ordine c'è. Spesso mi capita in campagna elettorale di tornare a casa tardi, visti gli impegni. Sono problemi che vedo soprattutto in terraferma, ma che si propongono anche in centro storico da una certa ora in poi".

Sabato sera, dunque, una cena che si protrae fino a tardi. L'arrivo a piazzale Roma e la decisione di farsela a piedi per la carenza di vaporetti: "Accade spesso di imbattersi nella gioventù che frequenta campo Santa Margherita, spesso proveniente da fuori. Non escludo che l'aggressore potesse arrivare da lì. Lo sappiamo che lì ci sono degrado e pure brutte frequentazioni". La camminata prosegue fino a campo Santo Stefano, dopodiché è la volta di corte del Pestrin e corte Lucatello. L'agguato all'altezza del civico 3486, mentre l'imprenditore si stava dirigendo verso campo Sant'Angelo. "Il problema è che poteva capitare a chiunque - commenta Malgara - se diventerò sindaco farò tesoro di questa esperienza, le maglie dellla sicurezza dovranno stringersi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento