rotate-mobile
Cronaca Pianiga / Via Roma

Pianiga piange per la morte di Mattia, la fidanzata: "Sei il mio angelo"

Il 18enne ha perso la vita la sera del 27 marzo uscendo di strada con la sua auto. Una vita piena di interessi la sua: dal calcio alla thai boxe. Aveva deciso di andare subito a lavorare

La morte di Mattia Vecchiato, 18enne di Pianiga che la sera del 27 marzo ha perso la vita uscendo di strada mentre tornava a casa con la sua Peugeot 206, ha sconvolto l'intero paese. Lì il giovane abitava con i genitori in via Roma, disperati per la sua perdita improvvisa. Affranti gli amici e, soprattutto, la sua fidanzata. A diciotto anni il futuro sembra di poterlo toccare con le dita. E' lì, pieno di opportunità da cogliere. Invece è tutto finito così in fretta.

Mattia aveva scelto di non continuare gli studi, aveva fretta di farsi largo nel mondo del lavoro. Molta la sua voglia di fare, tanto che allo stabilimento "Stilsuola" di Mellaredo di Pianiga, dove faceva l'operaio, in poco tempo si era fatto apprezzare per la sua precisione e professionalità. Un bravo ragazzo, innamorato del calcio e della thai boxe, che praticava con grande passione.

 

La sera dell'incidente aveva passato qualche ora ad allenarsi. Come tutti i suoi coetanei Mattia amava frequentare i locali, le feste. Nelle foto che lo ritraggono su Facebook appare spesso sorridente e spensierato, mentre abbraccia gli amici o la fidanzata. Molti post sono per lei, rimasta senza il suo "angelo", cui deve dire addio: "Guardo il cielo e penso ke tu mi stia guardando da là - scrive su Facebook - e io mi sento cosi inutile su questa terra! Sei il mio angelo... il mio uomo!! Ti amo".

 

IL SERVIZIO DI ANTENNA3 SULLA TRAGEDIA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pianiga piange per la morte di Mattia, la fidanzata: "Sei il mio angelo"

VeneziaToday è in caricamento