menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multe per i cani liberi in spiaggia. Zaia: "Non esageriamo, almeno fuori stagione"

Non si è fatta attendere la risposta di Zoggia: "Avrei preferito che il presidente parlasse di ripascimento e erosione". La prima multa ai danni di una donna del Trevigiano

Scattati i controlli della polizia locale di Jesolo contro il malcostume di lasciare i cani liberi di scorazzare sulla spiaggia e senza museruola. E già si sono alimentate le prime polemiche. Si tratta infatti di un provvedimento che ha già colpito una donna della provincia di Treviso, pizzicata dagli agenti mentre lasciava i suoi amici a quattro zampe sull'arenile, senza che fossero assicurati al guinzaglio. Il risultato? Una maxi multa da 200 euro.

La notizia ha fatto discutere, e a tal proposito il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha voluto dire la propria. Rivelandosi parzialmente contrario alle sanzioni: "I cani, almeno nei periodi fuori stagione, non credo debbano essere un problema se vengono lasciati liberi su una spiaggia, - ha commentato - soprattutto se messi in sicurezza e seguiti da proprietari attenti e rispettosi. Le maxi multe mi sembrano un’esagerazione".

Jesolo non deve essere la località dei divieti. "Non vorrei che la città fosse etichettata come 'nemica' degli animali che rallegrano la vita di tante famiglie e tanti bambini. Probabilmente, almeno per alcune specie a torto o a ragione ritenute 'aggressive' una museruola a norma di legge può essere sufficiente. Diverso - conclude Zaia - è il periodo estivo, quando sulle spiagge si trovano milioni di turisti. In questo caso la differenza la fa la qualità che gli stabilimenti balneari devono offrire, e in questo concetto è sicuramente compresa una zona riservata ai clienti accompagnati dai loro animali, che già esiste in molte strutture".

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia. "Naturalmente ho piacere che il presidente della Regione si occupi delle problematiche dei Comuni della costa, anche se avrei preferito che erosione e ripascimento avessero priorità rispetto alle multe fatte ai proprietari dei cani - ha commentato - Voglio poi rassicurare sia Zaia che i nostri turisti e cittadini sul fatto che gli agenti di polizia locale non solo agiscono con buon senso, ma soprattutto si occupano prioritariamente di sicurezza, lotta al commercio abusivo, prevenzione sulla vendita di alcolici a minori, lotta allo spaccio di stupefacenti. Ritengo quindi che se hanno ritenuto di applicare la multa abbiano agito nel massimo rispetto delle regole e del proprietario sanzionato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento