menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvò un uomo dal suicidio: medaglia al valore per il maresciallo Ricco

Gli è stata corrisposta lunedì nel corso della cerimonia per l'anniversario della fondazione dell'Arma dei carabinieri: nel 2015 salvò un cinquantenne da morte quasi certa

Un "chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere": una onorificenza di cui certamente il protagonista di questa premiazione potrà andar fiero, visto che non capita tutti i giorni di salvare la vita a un uomo. Diego Fabio Ricco, maresciallo dell'Arma dei carabinieri e comandante del nucleo operativo dell’ispettorato del lavoro di Venezia, l'ha ottenuta lunedì, nel corso della cerimonia per l'anniversario della fondazione del Corpo.

Ora Ricco può fregiarsi di una medaglia d'argento al valor civile, dopo che, "con eccezionale coraggio, esemplare altruismo e cosciente sprezzo del pericolo", non ha esitato a "intervenire in soccorso di un uomo che, con chiari intenti suicidi, si era posizionato sui binari mentre era in arrivo un treno, riuscendo a trarlo in salvo pochi attimi prima dell'impatto".

L'episodio risale all'aprile del 2015, quando un cinquantenne è stato visto alla stazione di Mestre mentre di metteva seduto sulla banchina del primo binario con le gambe penzoloni. Ad un certo punto aveva iniziato ad urlare e inveire, poi era sceso sui binari proprio mentre stava per sopraggiungere un treno: il maresciallo Ricco, che si trovava al binario di fronte, ha raggiunto l'uomo e, nonostante la resistenza, è riuscito ad allontanarlo e riportarlo sulla banchina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento