menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accordo tra Regione e sindacati: i medici di base vaccineranno contro il covid

L'annuncio dell'assessore alla Sanità Lanzarin dopo l'incontro di oggi pomeriggio con i sindacati di categoria. Ora, dopo i tagli di Pfizer, si attende l'esito di Ema sul vaccino AstraZeneca

L'accordo sarà definito nei prossimi giorni, la certezza è che i medici di medicina generale entreranno in maniera organica nella squadra della sanità veneta per l'erogazione del vaccino anti-covid. È questo l'esito dell'incontro tenutosi oggi pomeriggio tra l'assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin e le organizzazione sindacali.

«Ho trovato grande disponibilità a far parte di questa grande operazione di salute pubblica. - ha detto Lanzarin - Saranno un aiuto prezioso per raggiungere l’obiettivo comune, che è quello di vaccinare quante più persone possibile nel minor tempo possibile». L'annuncio è arrivato all'indomani dell'annuncio del drastico taglio nella fornitura del vaccino Pfizer all'Italia, con il Veneto che perderà il 53% delle dosi, mettendo a rischio il piano vaccinale, come per altro annunciato nel corso del punto stampa di oggi dal presidente della Regione Luca Zaia. «Speriamo che l’Ema dia il via libera al vaccino Astrazeneca entro fine mese, - ha puntualizzato l'assessore alla Sanità - così da poter dare una forte accelerazione alle vaccinazioni. A quel punto, l’apporto dei medici sarà insostituibile, anche per il rapporto umano e la conoscenza diretta dei loro assistiti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento