Il Memorial Reef di Venezia e Chioggia: ricordare un defunto con un gesto di tutela dell'ambiente marino

Da oggi anche in Italia sarà infatti possibile aderire al memorial grazie all’imprenditore trevigiano Moreno Buogo, unico contractor italiano autorizzato direttamente da Reef Ball Foundation

Arriva anche in Italia Memorial Reef, programma internazionale unico nel suo genere, che unisce la tutela ambientale alla commemorazione di chi non c’è più. 

L'iniziativa

Da oggi anche in Italia sarà infatti possibile aderire al memorial grazie all’imprenditore trevigiano Moreno Buogo, unico contractor italiano autorizzato direttamente da Reef Ball Foundation. In particolare, Buogo sta avviando il progetto Memorial Reef nella laguna di Venezia e Chioggia, che contribuirà alla salvaguardia di ecosistemi marini molto fragili attraverso strumenti di protezione non convenzionali e totalmente compatibili con l’ambiente. «Tutto è nato dalla mia passione per il mare e le immersioni – spiega Moreno Buogo – da cui è derivata la voglia di partecipare in modo concreto alla tutela dell’ecosistema marino. Facendo alcune ricerche sono venuto a conoscenza delle attività della Reef Ball Foundation e dei loro progetti. In particolare mi ha colpito il “Memorial Reef” che unisce il tema dell’attenzione all’ambiente alla commemorazione di chi non è più con noi. Un modo bellissimo e pieno d’amore per ricordare le persone e celebrare la vita».

Memorial Reef

Memorial Reef deriva infatti dall’esperienza della Reef Ball Foundation, fondata nel 1993 e specializzata nella salvaguardia dei litorali mediante l’installazione di barriere frangiflutti sommerse composte da “Reef Balls”, elementi modulari realizzati con uno speciale calcestruzzo Seafriendly, ovvero con un valore del pH molto simile a quello dell’acqua marina (8,3) e senza alcuna armatura in ferro. La loro particolare conformazione, la grande cavità interna, i fori sulle pareti laterali e la superficie estremamente porosa, li rendono elementi ideali per lo sviluppo della biodiversità marina. La loro forma genera, infatti, vortici d’acqua che rappresentano una forte attrazione per pesci, crostacei e microrganismi, favorendo un miglioramento dell’habitat marino e dando vita in breve tempo a scogliere “vive”. Un modo economico, affidabile e di lunga durata, dunque, per creare habitat marini e lacustri sostenibili, barriere frangiflutti sommerse a protezione della spiaggia dall’erosione che fungono anche da deterrente alla pesca illegale a strascico. Proprio la lunghissima durata dei moduli Reef Ball (oltre 500 anni) ha fatto nascere il programma Memorial Reef che diventa una eredità permanente in memoria di chi non c’è più, dando un aiuto tangibile all’ambiente. Ogni modulo che compone il Memorial Reef è infatti dedicato ad una persona mediante l’apposizione di una targa ricordo in bronzo che può riportare semplicemente nome e cognome di chi è scomparso, oppure frasi e poesie, secondo le indicazioni dei familiari. Anche l’elemento in cemento, il Reef Ball, può essere personalizzato con l’inclusione di piccoli oggetti, foto, incisioni e impronte (delle mani, ad esempio) da lasciare sulla superficie del cemento fresco. Una volta concluso il processo di lavorazione, si passa alla posa in acqua nei luoghi prestabiliti dalle autorità per la creazione di un reef del ricordo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venezia e Chioggia

Il progetto ambientale per Venezia e Chioggia di Reef Ball Italia prevede la posa dei Memorial Reef commemorativi nei siti della laguna individuati e autorizzati dal Provveditorato Interregionale opere Pubbliche del Veneto: ovvero l'isola di Fisolo (Laguna centrale) e Petta di Bò (Chioggia). Il momento della posa del Memorial Reef, che avviene alla presenza dei familiari della persona cui il modulo è dedicato, diventa così il momento del ricordo e del saluto, cui si accompagna la consapevolezza che, con questo semplice gesto, si contribuisce davvero alla salute dei nostri mari, trasformando un gesto di addio in simbolo di vita e di amore universale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Elezioni 2020: i risultati parziali delle votazioni per il presidente della Regione Veneto

  • Schianto in macchina nella notte, morto un ragazzo

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento