menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nelle mense i ragazzi mangeranno prodotti di "Libera Terra"

Venerdì nelle mense scolastiche l'iniziativa per celebrare la Giornata della memoria e dell'impegno. La pasta proverrà dalle terre confiscate ai mafiosi

Sarà un pranzo speciale quello che venerdì 20 marzo sarà servito nelle mense scolastiche del territorio del Comune di Venezia, una pastasciutta biologica prodotta con grano proveniente dalle terre liberate dalle mafie, e insieme un'occasione per riflettere su temi importanti come quelli della legalità, della giustizia, della solidarietà.

L'iniziativa, promossa da Ames e dalla Direzione Politiche educative e della famiglia del Comune di Venezia, in occasione della “XX Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, è stata presentata nella mattinata di mercoledì a Ca' Farsetti con una conferenza stampa.

“Anche il Veneto – ha dichiarato il sub-commissario Natalino Manno, presente alla conferenza stampa – è ormai interessato da tentativi silenti di infiltrazioni mafiose, come testimonia la riunione della Commissione antimafia prevista per il 30 marzo prossimo a Venezia. È necessario dunque che forze dell'ordine, magistratura, istituzioni tengano alta la guardia, ma anche che tutta la società civile prenda sempre più coscienza del fenomeno. Ben vengano dunque le iniziative, come quella che presentiamo oggi, che contribuiscono a contrastare le mafie alla radice diffondendo, soprattutto tra i giovani, la cultura della legalità e i valori della nostra Costituzione, faro al quale dobbiamo sempre fare riferimento. Gli episodi spesso poco edificanti cui assistiamo anche nell'ambito della gestione pubblica non devono farci perdere la fiducia nelle istituzioni e nel sistema democratico, per la cui difesa molti uomini e donne hanno sacrificato la propria vita”.

Le pastasciutte distribuite nella giornata di venerdì saranno circa 11mila, e saranno a marchio “Libera Terra”, proprio il consorzio che raggruppa le cooperative sociali e gli agricoltori che lavorano i terreni confiscati alla criminalità organizzata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento