menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I bimbi portano a casa gli avanzi: così si educa contro gli sprechi

L'idea è partita dalla elementare Manzoni, l'intento è di educare fin da piccoli al rispetto e all'importanza delle risorse

Non sprecare il cibo è importante, ed è bene impararlo fin da bambini: con questo bene in mente le scuole veneziane hanno deciso di permettere ai piccoli studenti i cui genitori lo richiederanno di incartare gli avanzi della mensa e portarli a casa. Una decisione che è stata presa venerdì alla riunione dei genitori e dei comitati mensa, con l'appoggio dell’assessore alle Politiche educative, Tiziana Agostini, e, ovviamente, dell'Asl.

STOP AGLI SPRECHI – L'idea, come riportano i quotidiani locali, sembra essere partita dalla elementare Manzoni, ma si è subito diffusa in giro per i vari istituti. L'intento non è solo quello di evitare di buttare cibo che, ufficialmente, viene considerato valido e garantito fino alle 14 (anche perché in realtà nei piatti dei bimbi molto spesso resta davvero poco), ma piuttosto quello di educare fin da piccoli al rispetto e all'importanza delle risorse, permettendo inoltre anche ai genitori di assaggiare il cibo delle mense scolastiche. Le “doggy bag” (inglese per “borsa del cane”), ovvero i contenitori per gli avanzi, dovranno essere portate da casa. Intanto si procede verso la formalizzazione del comitato, che diverrà realtà se il regolamento verrà approvato nel prossimo consiglio comunale, e dovrebbe essere composto da 12 genitori e 11 altre figure istituzionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento