rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Santa Croce / Rio Terrà Pensieri

Feste solidali a Venezia: mercatino ai Tolentini e giocattoli in rio Terà

Due iniziative importanti per ricordare che le festività sono anche un momento in cui vale la pena pensare anche agli altri oltre che a sé stessi

Natale all'insegna della solidarietà in laguna. Sabato 14 e domenica 15 dicembre, dalle 10 alle 19, al patronato dei Tolentini (ex Scuola dei Laneri), nel sestiere di Santa Croce a Venezia, si terrà il tradizionale mercatino natalizio solidale, promosso dall’area “Città Solidale” dell’assessorato comunale alle Politiche Sociali e dalle associazioni di volontariato della rete Vetrina del Volontariato e della Solidarietà. Inoltre a partire da giovedì 12 dicembre, per continuare giovedì 19 e giovedì 2 gennaio, dalle 10.30 alle 17, si terrà in Rio Terà dei Pensieri a Venezia, l'iniziativa dell'Assessorato comunale al Commercio “Buon Natale a tutti! - L’Albero di Natale solidale”, finalizzata alla raccolta di giocattoli e generi alimentari da destinare a chi ne ha più necessità.

PER GLI ULTIMI – Al mercatino dei Tolentini saranno esposti prodotti di artigianato per raccogliere fondi per le attività sociali. Gli organizzatori, nel loro appello, invitano a: “Regalare prodotti di solidarietà perché è il modo giusto per avvicinarsi al Natale, sostenendo così, assieme ai volontari, i cittadini più fragili e in difficoltà; quelli che più faticano ad affrontare le festività perché hanno problemi di salute, di solitudine, di povertà”. Per quanto riguarda invece la manifestazione “Buon Natale a tutti! - L’Albero di Natale solidale”, è realizzata dal Comune con Aeres, associazione che riunisce aziende agricole biologiche, gruppi d'acquisto solidali, cooperative sociali e associazioni, in collaborazione con Veritas, l’associazione il Caicio, l’Arciconfraternita di San Cristoforo e della Misericordia Venezia, Nucleo di Primo Soccorso e la Caritas Diocesana Veneziana. Per l’occasione tutti i bambini sono invitati a regalare ai loro coetanei, meno fortunati, un giocattolo nuovo o usato, ma in buono stato, consegnandolo direttamente a Babbo Natale. Ogni piccolo donatore riceverà così, oltre a vari piccoli omaggi, un attestato di “Aiutante di Babbo Natale”, mentre il suo nome verrà scritto a caratteri dorati su una pallina che sarà collocata sull’albero. In questo modo si punta a sviluppare nei bambini la consapevolezza del valore del dono e dell’importanza del riutilizzo, non solo dal punto di vista economico, ma anche ambientale, poiché, scegliendo di riusare un oggetto invece di gettarlo, si evita la creazione di un nuovo rifiuto. L’anno scorso l'iniziativa è stata un successo: stati raccolti infatti - solo a Venezia - ben 1250 giocattoli, che la Caritas Diocesana ha provveduto a distribuire nelle strutture che ospitano minori in difficoltà. La raccolta si estende poi quest'anno anche ai generi alimentari, perché il tema dell’indigenza alimentare coinvolge oltre quattro milioni di persone in Italia. Per questo l'invito lanciato dall'assessore Rey ai cittadini è quello di portare al mercato Biologico Equo Solidale in Rio Terà dei Pensieri, nel corso dei tre giovedì, prodotti alimentari sigillati e a lunga conservazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste solidali a Venezia: mercatino ai Tolentini e giocattoli in rio Terà

VeneziaToday è in caricamento