menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patriarca: “Dissentiamo da politica capace solo di accuse reciproche”

Monsignor Moraglia nel suo consueto messaggio pasquale invita a guardare la società in modo diverso grazie a Dio: "Partiamo da Gesù risorto e consideriamo in modo nuovo l'uomo e la società"

Il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, in occasione delle festività di Pasqua ha lasciato il suo consueto messaggio ai fedeli. Un messaggio in cui invita a guardare alla società in modo nuovo, partendo da Gesù risorto che ha rivelato agli uomini, attraverso la Pasqua, la sua grandezza: “Quella mattina di duemila anni fa - scrive mons. Moraglia - insieme alla pietra del sepolcro gli uomini hanno visto ribaltato, una volta per tutte, il significato della loro vita e dell'intera storia. Da quella mattina il succedersi dei giorni non solo ha assunto un ritmo diverso ma ha preso un senso nuovo. Infatti, per la prima volta, in quella mattina l'impotenza umana - la morte - è stata sconfitta e Gesù, risorto col suo vero corpo, ha rivelato all'uomo la sua vera grandezza. A Pasqua Gesù di Nazareth inaugura l'umanità nuova".


"LA POLITICA". Per il Patriarca la Pasqua "conferisce al cristiano una responsabilità più grande: vivere il momento presente con la forza che nasce dal Crocifisso risorto. Noi crediamo realmente in Lui se cambia il nostro modo di vivere". Si tratta di "prendere le distanze da quanto grava sulla nostra società che, pure, ama definirsi progredita... Siamo chiamati a dissentire da una politica capace solo di accusarsi reciprocamente nei suoi diversi schieramenti (e al loro stesso interno) e incapace di porre al centro l'uomo. Guardiamo a Gesù realmente risorto e a partire da Lui - vero Dio e vero uomo - consideriamo, in modo radicalmente nuovo, l'uomo e la società".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento