Estate, l'Arpav elabora il meteo certificato per contrastare le previsioni sommarie

L'ente ha stretto un accordo con la Regione Veneto, e potenzierà il proprio servizio, fornendo tre bollettini al giorno. Previsioni in italiano, inglese, tedesco e francese

Stop alle previsioni sommarie. Sembra voler essere questo il motto dell'Arpav, che grazie ad un accordo con la Regione Veneto proporrà il meteo certificato. Come riporta la Nuova, è pronto un nuovo sistema di previsioni, più preciso e raffinato. Per contrastare le previsioni campate per aria che è possibile reperire navigando sul web.

Le novità sono state specificate dal direttore del servizio meteo Arpav, Marco Monai. Saranno diciotto le aree coinvolte nelle rilevazioni, tre per il litorale, diviso in nord (Eraclea, Caorle e Bibione), centro (Venezia Lido, Pellestrina, Jesolo e Cavallino) e sud (da Chioggisa in giù). Altre cinque aree copriranno invece le zone montane, più un'ultima per la zona del Garda.

Un servizio per tutti, pensato per il turismo. Capita molto di frequente, infatti, che gli albergatori si ritrovino con prenotazioni annullate all'ultimo momento, senza poterci fare nulla, e andando incontro ad un danno economicamente piuttosto rilevante. Il servizio certificato sarà quindi proposto in quattro lingue: oltre che in italiano, infatti, ci saranno versioni in inglese, francese e tedesco. Tutte le previsioni saranno aggiornate tre volte al giorno, novità assoluta se si considera che dal 1983 ad oggi l'Arpav non aveva mai ppubblicato più di un aggiornamento ogni 24 ore. Il primo bollettino sarà alle 9, il secondo alle 13 e il terzo alle 16. Per un'informazione puntuale, aderente alla realtà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E una specifica. "La validità del meteo si ferma a 4-5 giorni", come specifica Monai. Le previsioni a più lungo raggio, infatti, sono inaffidabili e realizzate su un modello che non corrisponde alla realtà dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

  • Sradicate tre colonne di un distributore di benzina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento