menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ondata di freddo, calano le temperature: possibili fiocchi nel fine settimana

L'inverno si fa ancora sentire. Piogge giovedì e venerdì, mentre da sabato la colonnina di mercurio si assesta intorno allo zero. Il sole tornerà a farsi vedere la settimana prossima

Freddo, pioggia e forse neve di qui alla fine della settimana. È quanto annunciano i servizi meteo, che prevedono nei prossimi giorni un deciso calo delle temperature in tutto il nord Italia, compresa la provincia di Venezia. Correnti fredde alimentano una depressione che dall'Europa centrale scende verso il Mediterraneo centro-occidentale: sul Veneto ne consegue una prevalenza di fasi nuvolose, mentre a partire da giovedì cominciano le precipitazioni vere e proprie.

Maltempo e temperature rigide

Per giovedì 22 febbraio il bollettino Arpav segnala probabilità alta di piogge (75-100%) con il termometro che nella provincia di Venezia segnerà fra i 3 e i 5 gradi. Le piogge proseguono anche venerdì 23, con temperature solo in lieve rialzo; sabato 24 dovrebbe concedere una tregua sul fronte delle precipitazioni (anche se il cielo rimane coperto) ma vedrà anche un deciso abbassamento della colonnina di mercurio, che verso sera si avvicinerà allo zero. Dopodiché, nella notte tra sabato e domenica, non sono esclusi fiocchi di neve, magari misti a pioggia. Nella giornata di domenica 25 febbraio il tempo si mantiene instabile, mentre la settimana successiva dovrebbe portare schiarite, ma sempre all'insegna del gelo.

Attività preventiva del Comune di Venezia

In previsione dell'abbassamento delle temperature, con la conseguente possibilità di diffuse gelate nel territorio, riprende l'attività preventiva del Comune di Venezia e della protezione civile. L'amministrazion garantisce la pulizia dei principali percorsi viari e pedonali tramite spargimento di sale. Il regolamento di polizia urbana prescrive che gli inquilini di case e condomìni e gli esercenti di attività commerciali sgomberino dalla neve e dal ghiaccio i marciapiedi antistanti gli immobili di competenza; vieta inoltre di depositare o scaricare neve e ghiaccio e gettare o spargere acqua che possa gelare sul suolo pubblico. Ogni cittadino può contribuire a ridurre i possibili disagi seguendo i consigli indicati nell'opuscolo "Ocio che nevega".

Piano di Cav per l'autostrada

Anche Cav Spa è pronta ad affrontare l’eventuale emergenza. Sulle tratte gestite dalla società (passante di Mestre, A4-A57 da Padova est a Mestre, tangenziale e raccordo Marco Polo) mezzi, uomini e dotazioni sono in campo per gestire le eventuali precipitazioni nevose e la formazione di ghiaccio. Il piano prevede il movimento a partire da 4 punti manutenzione principali (Mestre, Spinea, Preganziol e Dese) e da altrettanti secondari (a Mira-Oriago, Mirano-Dolo, Padova est e Martellago-Scorzè). Inoltre è assicurata la percorribilità delle vie di sicurezza parallele alle carreggiate est ed ovest del tratto autostradale Mestre-Padova. Il sistema di monitoraggio meteo permette di intervenire attivando il piano con anticipo e modificando gli interventi in base agli sviluppi di ogni singolo evento. Le condizioni della viabilità sono seguite attraverso le 129 telecamere di videosorveglianza posizionate lungo le tratte gestite dalla società. Si ricorda che sulla A4 vige fino al 15 aprile l’obbligo di utilizzo di catene a bordo o pneumatici da neve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento