menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Strade allagate in provincia (Archivio)

Strade allagate in provincia (Archivio)

Allagata Fossalta di Portogruaro viene chiesto lo stato d'emergenza

Intanto a Chiesanuova di San Donà un tratto di fronte argine sembra essere franato a causa anche di danni all'acquedotto. Il tempo migliorerà martedì

Il maltempo di domenica non è stata una semplice seccatura a Fossalta di Portogruaro, ma una vera calamità. O almeno questo è quello che dichiara il sindaco Paolo Anastasia, che ha chiesto gli aiuti per i risarcimenti dei danni causati dalla tempesta di domenica. Intanto la conta dei danneggiamenti si estende anche agli altri comuni della provincia, con in particolare un grave incidente a Chiesanuova, dove 30 metri di argine sulla Piave Vecchia sono franati lungo via Chiesanuova.

CALAMITÀ NATURALE - Verrà chiesto lo stato di calamità naturale per i danni provocati dalla forte ondata di maltempo che si è abbattuta sul Veneto orientale e in particolare su Fossalta di Portogruaro la mattinata di domenica. Lo ha annunciato il sindaco di Fossalta di Portogruaro, Paolo Anastasia, che ha fatto le ore piccole lavorando fino all’alba di lunedì, casa per casa, per assistere gli abitanti colpiti. Per domani pomeriggio, con inizio alle 18, ha convocato una giunta straordinaria in cui si affronterà il delicato tema dei risarcimenti.

DANNI ALL'ACQUEDOTTO – Per i problemi a Chiesanuova, invece, sono intervenuti Asi e Genio Civile con la chiusura della strada. Il tratto interessato era quello all’altezza del civico 118, nella zona del locale “Old River”. I rilievi hanno evidenziato come il distacco sia avvenuto durante la notte, anche se la segnalazione telefonica è arrivata in Comune solo alle 9 del mattino. Le cause sarebbero da ricercare nella forte pioggia e nella rottura di un tubo dell’acquedotto. Il guasto alla linea idrica è stato riparato durante la mattinata. Più complesso l’intervento sull’argine da parte del Genio Civile che ha obbligato alla chiusura di via Chiesanuova, eccetto che per i residenti, dall’altezza di via Calle dell’Orso fino a Caposile. L'intervento del Genio, e le conseguenti modifiche alla viabilità, potrebbero prolungarsi anche per un mese.

IN MIGLIORAMENTO – Intanto arrivano buone notizie sul fronte meteo. Dopo il fine settimana di difficoltà, infatti, sembra che nei prossimi giorni le cose siano destinate a migliorare, permettendo anche alle strade e ai comuni più colpiti dai disagi di riprendere fiato. Martedì e mercoledì le nuvole continueranno a coprire i cieli sopra il Veneziano, ma la pioggia dovrebbe evitare di rovinare ancora le giornate dei veneti. Le temperature minime resteranno più o meno stabili, intorno ai 13 gradi o poco meno, ma le massime potrebbero alzarsi fino a raggiungere i 20.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento