Meteo Venezia: pioggia, vento e grandine, la primavera è in ritardo

Rovesci e violente raffiche in tutto il territorio, domenica a Tombelle di Vigonovo le strade hanno persino finito col coprirsi di bianco

Grandine a Tombelle

I sogni primaverili dei veneziani sono svaniti veloci come erano arrivati, spazzati via da rovesci, vento e, in alcuni casi, vere e proprie grandinate. Domenica, come molti esperti avevano previsto, il meteo si è rivelato alquanto capriccioso e mentre a Venezia e Mestre pioggia e schiarite si sono alternate quasi per tutto il giorno, altrove in provincia è successo ben di peggio.

GRANDINE A PICCO – Acquazzoni rapidi e violenti hanno segnato il weekend in tutto il nord-est e anche se, a differenza del poco lontano Friuli e delle ancor più vicine province di Padova e Treviso, in laguna e terraferma non sono scattati gli allarmi rossi per il maltempo, le situazioni di disagio non sono comunque mancate. Il caso più singolare è senz'altro quello di Tombelle di Vigonovo, dove la bufera che si è abbattuta su tutta la regione si è tradotta in violente e intempestive raffiche di grandine, con candidi (e pesanti) chicchi che in poco tempo hanno ricoperto le strade e le auto. Fortunatamente nessun grave danno, ma in molti sono dovuti correre a “salvare” le proprie vetture con una coperta.

LE PREVISIONI – Con i dovuti alti e bassi, la situazione non migliorerà neppure nei prossimi giorni: almeno fino alla fine di marzo, e quindi ancora per poco più di una settimana, sono infatti ancora previsti acquazzoni e rovesci in tutta la regione. In realtà a preoccupare particolarmente in queste ore è soprattutto il vento, che già nel fine settimana ha dato prova della sua violenza facendo addirittura crollare un traliccio dell'alta tensione lungo la linea ferroviaria del ponte della Libertà, paralizzando i treni da e per Venezia per diverse ore. Si spera che simili incidenti non si ripetano più, ma l'allerta resta alta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento