Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Mezzo chilo di cocaina in casa: arrestato un uomo di Marcon

È stato bloccato a Mestre dalla polizia locale, che poi gli ha perquisito l'abitazione trovando anche 7mila euro in contanti

Pedinato da tempo, uno spacciatore è stato arrestato ieri dalla polizia locale di Mestre con un grosso quantitativo di droga. Si tratta di un trentaseienne residente a Marcon, già noto alle forze dell'ordine per vari precedenti. Gli investigatori sapevano che si muoveva con una certa regolarità tra il comune di residenza e la cintura di Mestre, e lo stavano tenendo d'occhio. Ieri pomeriggio si trovava in auto, incolonnato al semaforo tra via Ca' Rossa e viale Vespucci, quando è scattato il blitz dell'unità cinofila.

Il pusher ha subito consegnato alcune dosi di cocaina che teneva nascoste in un calzino. A quel punto gli accertamenti si sono spostati nella sua abitazione e lì gli agenti hanno trovato le prove di un traffico più vasto: mezzo chilo di cocaina e oltre 7000 euro in banconote di vario taglio. Non solo: c'erano anche due radio scanner per intercettare le comunicazioni delle forze dell'ordine, una replica di una pistola Beretta senza tappo rosso, rotoli di alluminio e cellophane per il confezionamento della droga, 4 bilancini elettronici.

Il trentaseienne, che ha precedenti per droga, truffa e furto, è stato arrestato e portato in carcere. L'assessore alla Sicurezza del Comune di Venezia, Silvana Tosi, ha commentato l'operazione: «Voglio esprimere tutta la mia gratitudine ai Nuclei operativo, Pronto intervento e cinofilo, che mettono spesso a repentaglio la loro incolumità per la nostra sicurezza. Un grande plauso agli agenti che quasi ogni giorno arrestano spacciatori. Non bisogna demordere: lo spaccio a Venezia deve essere debellato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzo chilo di cocaina in casa: arrestato un uomo di Marcon

VeneziaToday è in caricamento