menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infortunato risarcito, la sentenza: "Per accertare microlesioni basta l'esame visivo"

Un 43enne otterrà 16mila euro. Il giudice di pace di San Donà di Piave fa chiarezza su un punto controverso. Studio 3A: "Finora era sfruttato dalle assicurazioni per non risarcire"

Le cosiddette “microlesioni” possono essere accertate dal personale medico anche attraverso il solo criterio scientifico “visivo” o quello “clinico”: non è indispensabile il metodo strumentale. Sulla base del chiarimento e della riaffermazione di tale principio, il giudice di pace di San Donà di Piave ha dato ragione a S. V., 43 anni, di Musile di Piave, assistito da Studio 3A, condannando la sua compagnia di assicurazione a risarcirlo integralmente per i danni fisici e morali patiti in seguito ad un incidente stradale, per una somma superiore ai diecimila euro.

L'incidente

Il sinistro risale al 23 agosto del 2014, a Jesolo, in via Roma Destra all’intersezione con via Fabio Filzi: un automobilista di San Donà, svoltando a sinistra, tagliò la strada a S. V., che procedeva in sella al suo ciclomotore Piaggio, facendolo rovinare sull’asfalto. Il motociclistà finì all’ospedale con lesioni varie: il particolare, un trauma contusivo all’anca destra e un trauma al piede destro produttivo di frattura dello scafoide.

Validi tutti i sistemi di accertamento

Il danneggiato ha quindi cercato di ottenere un risarcimento: l'assicurazione dell'altro, però, ha denegato ogni richiesta relativa alle ferite subite perché, secondo la compagnia, le pretese sui danni non erano giustificate. L'infortunato a quel punto si è rivolto al giudice di pace, il quale ha accolto le sue istanze confermando le conclusioni della perizia del proprio perito. In definitiva, è stato rilevato, "le lesioni patite possono essere accertate dal personale medico anche attraverso uno solo dei tre modi visivo-clinico-strumentale, che non sono gerarchicamente ordinati tra loro né unitariamente intesi". In totale, compresi i danni materiali e le spese di causa, il motociclista ha ottenuto la somma di 16mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento