Cronaca

I migranti diventano alieni: installazione del cinese Fu Yuxiang alla Biennale d'Arte

Una pattuglia di stralunati extraterrestri visita le sale espositive del padiglione realizzato in collaborazione tra artisti dalla Cina e da San Marino. Coinvolti anche gli studenti

Il diverso, il migrante, percepito come non-normale. Come un alieno. È il tema scelto da Fu Yuxiang, uno degli artisti cinesi ospiti della Biennale d'Arte di Venezia: i suoi migranti alieni si troveranno di fronte alle opere dipinte da altri artisti e, assieme ai visitatori umani, guarderanno tali opere in muta venerazione, quali esempi di una civiltà a loro sconosciuta. L'installazione (“Migrant Aliens", un plotone di alieni che assalta la città) si inserisce nell'ambito del padiglione di San Marino, realizzato in collaborazione con la Repubblica Popolare Cinese; si trova nei pressi del liceo artistico a Palazzo Giustiniani Recanati, nello spazio del centro culturale Don Orione Artigianelli, ed è realizzata da uno degli artisti più interessanti della nuova generazione cinese.

Quest'anno il curatore Vincenzo Sanfo (sarà anche curatore della prossima della Biennale di Pechino) ha preparato un padiglione che, sempre nell'ambito del progetto Friendship Project, presenterà una rigorosa selezione di artisti sammarinesi accoppiati ad artisti cinesi. Lo spazio sarà in buona parte dedicato alla pittura ad inchiostro nelle sue varie declinazioni, ma sopratutto riferita a quanto essa sia fonte di ispirazione e di ricerca per lo sviluppo di nuove espressioni nell'arte in Cina. Ai grandi dipinti ad inchiostro si affiancheranno installazioni, video, mostre personali, conferenze ed eventi. Quattro le location nelle quali si svilupperà il padiglione di San Marino: l'Ateneo Veneto, Palazzo Rota Ivancich, Palazzo Giustiniani Recanati ed il Centro Culturale Don Orione Artigianelli.

L’artista cinese Yishan esporrà una installazione luminosa dal titolo “The Ring”. Il progetto vedrà il coinvolgimento successivo di alcuni studenti del liceo (è la prima volta, per la Biennale) per realizzare dei lavori ispirati a quelli dell’artista: i lavori dei ragazzi saranno successivamente inviati ad Yishan, che interverrà su di essi per modificarli. Dopodiché saranno presentati al pubblico in una giornata dedicata a questo progetto.

Al Don Orione Artigianelli saranno collocate le opere di Zhang Wang, uno dei maestri riconosciuti della pittura ad inchiostro vista attraverso una sua personale maniera che, pur rispettosa dei dettami della tradizione, va verso una sua particolare strada più moderna e colorata. C'è poi Xing Gang, anch'egli partito dalla pittura ad inchiostro, che esporrà una installazione fatta di giade e pietre ollari incise e percorse da scritte che raccontano la filosofia confuciana del tempo che passa. Assieme a questi maestri cinesi sarà possibile ammirare le opere del sammarinese Marco Tentoni, erede della grande tradizione del surrealismo padano, che, con i suoi personaggi fantastici e colorati, ben si lega all'installazione Migrant Aliens di Fu Yuxiang di cui potrebbe essere la degna prosecuzione.

“Il progetto è stato ispirato dai conflitti del nostro tempo - ha detto Sanfo - per riaffermare la tradizionale e storica vocazione della Repubblica più antica del mondo alla Pace, alla Laicità ed alla Libertà. Il progetto si propone quindi anche nel 2017 di sottolineare l'importanza della collaborazione e del dialogo tra i popoli, ma anche il ruolo prezioso del confronto nell’arte contemporanea, come fucina di idee e creatività. E’ straordinario come artisti dalla storia e dal background così diversi possano invece ritrovare un messaggio comune, dei linguaggi comuni, quando giungono ad esplorare l’uomo, i suoi valori, le sue sfide ed i suoi smarrimenti".

Gli artisti che esporranno sono: Fu Yuxiang, Xing Gang, Yishan, Zhang Wang, Zhao Wumian, Priscilla Beccari, Giancarlo Frisoni, Giovanni Giulianelli, Sisto Righi, Patrizia Taddei, Marco Tentoni. Con la partecipazione speciale dell’artista taiwanese Lee Kuag-Yu.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I migranti diventano alieni: installazione del cinese Fu Yuxiang alla Biennale d'Arte

VeneziaToday è in caricamento