Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Marghera

Minacce a Bettin, bare sui suoi articoli contro racket al Tronchetto

Non la prima volta che l'ex assessore finisce nel mirino. Giovedì nella cassetta della posta i fogli di giornale con il suo commento alla sentenza

Non smettono di minacciarlo. Ancora una volta l'ex assessore della Giunta Orsoni è finito nel mirino di qualche malintenzionato, molto avvezzo a quanto pare a disegnare bare. E' la seconda volta che i pesanti avvertimenti arrivano in questa forma. Come riportano i quotidiani locali, giovedì mattina il politico e sociologo si è trovato nella cassetta della posta dei fogli di giornale su cui sarebbero state disegnate due bare. Su quelle pagine c'era il suo intervento sulla sentenza definitiva riguardante il "racket" del Tronchetto, che si è conclusa con una pioggia di assoluzioni e prescrizioni (oltre che con tre condanne). Ipotesi dell'organizzazione a delinquere sfumata.

E proprio contro quelle sentenze Bettin si è scagliato duramente. Dunque, questa potrebbe essere una contro risposta. I fogli, piegati in quattro, sono stati lasciati nella cassetta delle lettere della sua abitazione di Marghera. In passato gli era stata indirizzata una busta con proiettile, era stato lasciato davanti al suo ufficio dello sterco di capra, era stata disegnata una bara sul muro. E poi le telefonate minatorie all'anziana madre e le scritte a San Giacomo in Paludo con il parco della laguna e quelle contro i manifesti di "Chi spaccia è un infame". Tutti episodi su cui sta tentando di far luce la Digos, compreso l'ultimo.

Si tratta di una prima pagina de "Il Gazzettino" con attorno alla testata disegnata una bara. Allegata una pagina di necrologi. Tra i due fogli una pagina della "Nuova Venezia" con l'intervento sulla sentenza del Tronchetto, corredato ancora da una bara e una croce. Con il nome di Bettin sottolineato. L'ex assessore ha commentato sui due giornali "sfruttati" per le minacce che tutto questo naturalmente non lo lascia indifferente, e che si tratta solo dell'ultimo episodio di tanti simili accaduti negli anni. Sono stati diversi anche solo nel 2014. Ma che ciò che più preoccupa è che mancherebbe una seria riflessione sul calderone che comunque le indagini dei Ros e della Procura hanno scoperchiato sulla realtà del Tronchetto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Bettin, bare sui suoi articoli contro racket al Tronchetto

VeneziaToday è in caricamento