rotate-mobile
Cronaca

Botte e minacce alla famiglia: uomo in carcere dopo aver violato il divieto di avvicinamento

Le indagini della polizia di Mestre hanno convinto il giudice a inasprire la misura cautelare

Le indagini della polizia del commissariato di Mestre hanno portato, nel weekend, all'arresto di T.D., di nazionalità turca, accusato di maltrattamenti e lesioni personali nei confronti delle figlie e della moglie.

L'uomo era già stato arrestato per lo stesso motivo poche settimane fa e, in quell'occasione, il giudice gli aveva imposto il divieto di avvicinamento alla famiglia. Nel periodo successivo, però, la polizia ha verificato che le cose non erano cambiate: non solo l'uomo non rispettava il divieto ma continuava ad avere comportamenti molesti, arrivando a minacciare le figlie.

Alla luce di quanto emerso dalle indagini, nei giorni scorsi il giudice ha deciso di inasprire la misura cautelare nei suoi confronti: così gli agenti del commissariato lo hanno arrestato nuovamente e, stavolta, l'hanno portato in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e minacce alla famiglia: uomo in carcere dopo aver violato il divieto di avvicinamento

VeneziaToday è in caricamento