menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si trova a tu per tu con i ladri in fuga, minacciato con un cacciavite

Paura alle 18.30 di venerdì in via Cadore a Oriago di Mira. I delinquenti erano stati sorpresi prima d'una razzia e stavano scappando verso l'auto

Si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato. Proprio nella traiettoria di fuga di due predoni sorpresi in azione verso le 18.30 a Oriago di Mira. Al punto da essere minacciato con un arnese che poteva sembrare un cacciavite: "Togliti di mezzo", il tono sarebbe stato più o meno questo da parte dei delinquenti. I quali poco prima avevano cercato di penetrare in un'abitazione della zona.

L'allarme era stato lanciato da una signora che in via Cadore aveva sorpreso i ladruncoli mentre si trovavano ancora all'esterno di una casa. Avevano tutta l'intenzione di perpetrare di lì a poco una razzia, ma il loro piano è andato a rotoli mentre si stavano arrampicando al primo piano. Pare attraverso una grondaia. Difficile trovare una scusa plausibile per spiegare il perché si trovassero in quella posizione. Meglio darsela immediatamente a gambe prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. Rischiavano seriamente di essere bloccati e arrestati.

Da qui è iniziata la fuga per le vie circostanti in modo da raggiungere il "palo" che aspettava a bordo di un'automobile. Durante la loro corsa, però, i due si sono trovati davanti un passante, che avrebbe anche accennato a una reazione. A quel punto, per mettere le cose in chiaro, uno dei delinquenti avrebbe tirato fuori dalla tasca un arnese del mestiere e l'avrebbe rivolto verso il suo interlocutore. Inducendolo a desistere e a farsi da parte. Dopodiché la batteria è riuscita a far perdere le proprie tracce nell'oscurità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento