menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esami per la patente truccati: nel covo della cricca anche gli abiti su misura per i clienti

Decine di smartphone, sim, microauricolari e documentazione: questo quanto trovato in un appartamento di Mira. Sequestrati anche 30 mila euro in contanti e cinque fucili

Camicie e magliette di varie taglie e misure, decine di auricolari, cellulari, sim, microcamere, rotoli di nastro adesivo, materiale per cucire e moduli per presentare la documentazione all'esame da privatisti. Questo quanto hanno sequestrato lunedì all'alba gli uomini della polizia stradale di Treviso perquisendo quello che era, a tutti gli effetti, il covo della cricca che truccava gli esami di guida tra le province di Treviso, Padova e Venezia.

Si tratta di un apppartamento di Mira in cui i clienti, versando fino a tremila euro, venivano equipaggiati prima di recarsi in motorizzazione ed essere sottoposti all'esame. Presso le abitazioni di U.B., 60enne di Mira e vertice dell'organizzazione (in carcere), e di U.C., 47enne di Favaro Veneto (ai domiciliari) sono stati rinvenuti complessivamente 30mila euro in contanti. Entrambi hanno riferito che quel denaro era frutto degli incassi dell'autoscuola che gestivano. Sequestrati durante le perquisizioni nelle abitazioni del 47enne e di A.G., 44 anni di Marcon (ai domiciliari) rispettivamente quattro ed un fucile da caccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell'indagine della polizia stradale di Treviso l'organizzazione aveva provveduto a cambiare covo, da un appartamento ad un altro (quello perquisito lunedì), sempre a Mira. Ciò è dovuto al ritrovamento, da parte di uno degli arrestati, il pakistano F.J., 35 anni, di un ricevitore gps che era stato piazzato dagli investigatori sulla sua automobile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento