menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due serre, 6 piante e 800 grammi di marijuana pronta alla vendita: arrestato insospettabile

La perquisizione in casa è scattata quando i carabinieri hanno trovato nella macchina dell'uomo alcune dosi pronte alla vendita, sequestrati anche 2000 euro in contanti

L'attività di controllo del territorio, messa in campo dai carabinieri di Mestre, ha portato nella mattinata di venerdì all’arresto di un cittadino miranese, V.S., trentaquattrenne. La sua compagna, ventiduenne moldava, dopo essere finita in manette è stata rimessa in libertà dal giudice. Per l'uomo l'arresto è stato convalidato: 1 anno e 4 mesi di reclusione, pena sospesa. I due all'inizio, prima della direttissima, sono stati ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito delle indagini condotte nell’ambito del consumo e spaccio di stupefacenti in area lagunare e entroterra mestrino, la coppia è stata sorpresa nella propria abitazione di Mirano con una vera e propria coltivazione di cannabis.

L’attività è iniziata alle prime luci della mattina, quando i carabinieri hanno fermato per un controllo il veicolo su cui viaggiava l’uomo: eseguita la perquisizione sul posto, sono state rinvenute alcune piccole dosi di marijuana, pertanto i militari dell’Arma hanno deciso di procedere alla perquisizione in casa.

E’ stata così controllata l’intera abitazione in cui l’uomo conviveva con la moldava: i materiali rinvenuti al suo interno hanno fatto ben comprendere come il “pollice verde” fosse una dote dei due giovani, che certamente da molto tempo coltivavano marijuana in casa.

Lo stupefacente rinvenuto, ottocento grammi circa di marijuana essiccata e pronta per la distribuzione, è di sicuro una piccola parte di quanto effettivamente prodotto dai due giovani. Durante la perquisizione sono state infatti trovate sei piante di cannabis in via di crescita all’interno di due serre, accuratamente installate nella camera da letto dei due giovani, e denaro contante (più di duemila euro), oltre a materiale di vario genere che sarebbe poi stato usato per confezionamento e smercio. Tutto è stato posto sotto sequestro, in attesa di ricevere ulteriori disposizioni dall’autorità giudiziaria. Gli arrestati compariranno proprio venerdì davanti al giudice per il rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sequestrate 83 tonnellate di rifiuti al porto di Venezia

  • Cronaca

    Taxi fermi: fatturato giù del 98% su acqua e dell'86% su gomma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento