menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentata la finale di Miss Italia: "Trans? Per ora no, in futuro chissà"

Patrizia Mirigliani con Simona Ventura hanno presentato la serata di domenica. La patrona: "Felice di avere Luxuria in giuria, ma le categorie non cambiano"

«Miss Italia oggi rappresenta una donna libera e mi piacerebbe che l’edizione numero 100 si festeggiasse qui a Jesolo». Patrizia Mirigliani, patron del concorso di bellezza per eccellenza, saluta così la vigilia della finalissima che domenica sera (ore 21.15 in diretta su La7 e La7D) incoronerà Miss Italia 2015 e che è stata presentata sabato mattina al Pala Arrex di Jesolo. Trentatré  le ragazze che si contenderanno la corona che verrà lasciata da Clarissa Marchese, Miss Italia 2014. Una dichiarazione d’amore verso la città di Jesolo da parte della Mirigliani preceduta anche da parole d’apprezzamento di Simona Ventura.

«Ho imparato in questo anno a conoscere questa città non solo come conduttrice ma anche come turista – ha detto la “Simo” nazionale – E devo dire che è una perla del nostro territorio nazionale che è giusto vada considerata nel modo adeguato perché è un luogo dove fare vacanza ma anche dove poter fare sport, stare a contatto con la natura e godere del buon cibo. Il luogo ideale per il concorso di Miss Italia che ha trovato una sua nuova sede ideale per rilanciarsi».

«Abbinare il nome di Miss Italia a Jesolo ha rappresentato per noi un’occasione importante per allungare la stagione turistica e riempire i nostri alberghi – ha aggiunto l’assessore al turismo Daniela Donadello, che ha portato il saluto della città – Ma anche per far conoscere questa città oltre la spiaggia e il suo mare. Un veicolo importante perché in questo caso la bellezza non è solo quella fisica ma anche quella del territorio. In qualità di assessore alle pari opportunità, poi, apprezzo molto l’iniziativa del Premio Letterario “Donne, stop alla violenza” che ha un grande valore sociale».

«Miss Italia oggi vuole rappresentare la donna italiana moderna, dando un’opportunità di lavoro – ha aggiunto Patrizia Mirigliani – Abbiamo in gara una ragazza marocchina ma nata in Italia e questo è uno dei segnali di apertura che il concorso sta dando nel tempo cambiando pelle ma non sostanza. Le polemiche le lasciamo fuori».

«I pronostici si fanno sui giornali, io non li faccio – ha quindi aggiunto Simona Ventura – E’ stata dura scegliere, ma abbiamo 33 ragazze che rappresentano tutte le regioni italiane e ognuna ha un suo perché a modo suo. Si parla molto di una favorita ma per me sono 10 le ragazze che possono arrivare alla corona. Poi, come sempre, sarà il pubblico con il televoto a scegliere». A Simona è stata donata una corona fatta su misura da Sergio Cielo, fondatore e presidente della Miluna che dal 1997 progetta e realizza le corone di Miss Italia.

Le finaliste saranno seguite e valutate, nel corso di tutta la serata, da tre giudici speciali: Claudio Amendola, Joe Bastianich e Vladimir Luxuria. Ognuno di loro guiderà un gruppo di 11 concorrenti  assumendo per la prima volta anche il ruolo di tutor: non dovranno solamente giudicare potenzialità, talento e originalità delle ragazze, ma spetterà loro conoscerle e prepararle nel migliore dei modi attraverso tutte le fasi che precedono serata finale. "Sono felice di avere Vladimir Luxuria in giuria - ha dichiarato Patrizia Mirigliani - e non escludo che il regolamento possa cambiare in futuro sulle trans seguendo magari i cambiamenti della società italiana. Ma per ora non ci saranno cambiamenti su questo fronte".

Nel corso della serata Simona Ventura introdurrà i vari momenti della gara, che vedrà da subito impegnate tutte le concorrenti - divise nei tre gruppi - in una sfilata. Al termine di questa prima prova si scoprirà la ragazza più votata da casa per ogni gruppo; i giudici dovranno quindi salvare cinque concorrenti tra le dieci rimanenti del proprio gruppo da portare alla fase successiva del programma. Nella seconda prova, le 18 Miss torneranno in gara, sempre suddivise nei tre gruppi, per una performance a tema; anche in questo caso i telespettatori da casa sceglieranno la migliore per ogni gruppo e il giudice-tutor sarà chiamato a salvare due ragazze tra le cinque restanti del proprio gruppo.

La terza parte della serata sarà caratterizzata dall’eleganza, con la sfilata in abito da sposa delle nove concorrenti ancora in gara, che saliranno sul palco non più divise in gruppo. Al termine della sfilata il risultato del televoto decreterà le due candidate più votate che accederanno all’ultima fase di gara; ai tre giurati, invece, spetterà la scelta della terza semifinalista, eliminando sei concorrenti. Le tre semifinaliste si sfideranno in un’ultima prova tra interviste e sfilate; solo al termine si conoscerà la nuova Miss Italia 2015.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento