menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobbing sul dipendente Spisal. Ulss lo risarcirà con 25mila euro

Il giudice del lavoro ha stabilito che l'azienda sanitaria veneziana dovrà pagare un proprio tecnico, vittima di "condotte tese ad isolarlo"

Mobbing allo Spisal, Ulss 12 veneziana costretta a pagare un risarcimento di ben 25mila euro ad un proprio dipendente. L’ha stabilito il giudice del lavoro, accertando che il direttore dello Spisal (Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro) e gli altri dirigenti avrebbero creato un clima di ostilità nei confronti di un proprio tecnico. Come riporta La Nuova Venezia, i fatti sarebbero accaduti prima tra il 2007 e il 2009 e poi nel 2012.

I legali del dipendente hanno tirato in ballo molte situazioni diverse. Si va dalle aspre critiche dello stesso direttore per gli accertamenti svolti in un cantiere navale di Pellestrina alla nomina con successiva sostituzione dello stesso tecnico all’interno di una commissione per un concorso pubblico Ulss. Non mancherebbero nemmeno le dure lettere di critiche per altri atteggiamenti professionali. Situazioni che il dipendente e i suoi avvocati giudicano totalmente ingiuste ed immotivate.

Il giudice ha accertato il mobbing e parla di “condotte tese a isolarlo, con percezione francamente negativa sul proprio operato e sulla conseguente capacità professionale, perdita del proprio prestigio personale”. Questa complicata situazione ambientale avrebbe portato all’alterazione dell’umore e perfino della condotta alimentare. Da qui, dunque, la sentenza che implica un importante risarcimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento