menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestri sui pescherecci continui a Chioggia, libero quintale di "bulli"

Il controllo nella notte tra domenica e lunedì in località Punta Poli. I molluschi erano senza documentazione sanitaria su un peschereccio

Continuano i sequestri in località Punta Poli a Chioggia, lungo la banchina del punto di scarico del marcato ittico all'ingrosso. Nella notte tra lunedì e martedì infatti i carabinieri della motovedetta della compagnia di Chioggia, nel corso di un servizio di polizia marittima, hanno sequestrato dodici sacchi di "murici spinosi", dei molluschi comunemente chiamati "bulli".

Si tratta di un quintale di pescato privo del domumento di registrazione sanitaria in cui si indicano il luogo in cui è avvenuta la pesca e la tracciabilità del prodotto. I militari sono intervenuti nel momento in cui l'equipaggio stava scaricando dal peschereccio le cassette con il "raccolto" della nottata. Al termine degli accertamenti i molluschi, per un valore commerciale di circa 800 euro, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo e poi rigettati in mare, mentre al comandante del peschereccio è stata comminata una multa da duemila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento