menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si è arresa a soli cinque mesi dopo un inevitabile intervento al cuore

La piccola Letizia era nata con dei problemi cardiaci: solo un'operazione avrebbe potuto darle qualche speranza. Purtroppo sono seguite complicazioni

Ha lottato strenuamente per rimanere in vita, ma alla fine non ce l'ha fatta. Come riporta il Gazzettino, Letizia, una bimba di appena 5 mesi, è dovuta arrendersi dopo un un inevitabile intervento al cuore che ha avuto qualche complicazione.

La piccola, infatti, era nata prematura con un problema cardiaco e l'operazione chirurgica era l'unico modo possibile per riuscire a salvarla. I primi due mesi di vita li aveva passati prevalentemente in ospedale, prima in incubatrice e successivamente in reparto. I genitori, Monica e Stefano, residenti alla Gazzera, le sono sempre stati accanto, consci del difficile periodo che sarebbe seguito e comunque ottimisti; come ricorda il padre, Letizia tutto sembrava fuorché una bambina ammalata, per come si rotolava sul letto, per come cercava di raggiungere la madre piena di energia. Malgrado tutti i problemi che aveva, la piccola era forte e cresceva bene, ma l'intervento era necessario per darle qualche speranza di vita.

Dopo aver tenuto la bimba in casa per tre mesi, è giunto il giorno dell'operazione, in una clinica pediatrica di Padova. Un intervento riuscito bene, avevano spiegato gli specialisti dell'equipe, a cui hanno purtroppo fatto seguito delle complicazioni impreviste, che la bimba non è riuscita a superare e alle quali ha dovuto per forza di cose arrendersi. I funerali della piccola Letizia saranno celebrati nella parrocchia di Santa Barbara alle 11 di giovedì. Durante la messa della domenica il parrocco e la comunità hanno pregato per la piccola scomparsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento