Addio a Miriam, morta a 25 anni

Miriam De Giovanni si è spenta il 30 ottobre all'ospedale civile di Venezia, dove era già stata visitata pochi giorni prima

Miriam De Giovanni

Una ragazza di 25 anni, Miriam De Giovanni, è morta ieri a Venezia. Il decesso sarebbe dovuto a cause naturali ma le circostanze sono da chiarire e per questo, d'accordo con la famiglia, è stato disposto un riscontro diagnostico. La giovane donna si è sentita male ieri mattina ed è subito stata portata all'ospedale civile. I tentativi di salvarla, però, sono stati vani.

Le prima visita

La ragazza era già stata al pronto soccorso del Civile pochi giorni prima, sabato 26 ottobre. L'Ulss 3 ha riepilogato l'accaduto, spiegando che in quell'occasione i medici avevano svolto i necessari accertamenti sullo stato di salute della paziente: «La giovane era stata visitata da due medici del pronto soccorso e poi dal medico infettivologo; contemporaneamente agli accertamenti ampi, prolungatisi per un periodo di osservazione breve intensiva, alla giovane era stata avviata la conseguente terapia, che andava proseguita a domicilio; era stato infine concordato un coerente programma di esami e visite di rivalutazione, che non è stato possibile attuare per il precipitare del quadro clinico».

L'aggravamento

La 25enne, quando si è presentata al pronto soccorso sabato, lamentava difficoltà respiratorie e aveva la febbre. Dopo una notte trascorsa in ospedale in osservazione, il giorno successivo è potuta tornare a casa per proseguire la terapia. Improvvisamente, tre giorni dopo, l'aggravamento delle condizioni. Miriam De Giovanni ieri mattina si è sentita male, un'ambulanza ha raggiunto la sua abitazione e prima sul posto e poi all'ospedale gli operatori e i medici hanno cercato di rianimarla, ma il suo cuore ha smesso di battere.

Le indagini

Adesso si dovrà aspettare l'esito del riscontro diagnostico per comprendere cosa sia accaduto ed accertare eventuali responsabilità. L'ospedale «conferma anche in questa fase la piena disponibilità e la piena vicinanza ai familiari, in accordo con i quali si svolgono in queste ore gli accertamenti diagnostici».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento