menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rita Finotto, a destra, con il DG Dal Ben

Rita Finotto, a destra, con il DG Dal Ben

Ulss 3 in lutto, si è spento il direttore sanitario Rita Finotto: "Aveva grandi qualità umane"

È morta dopo una breve malattia. Dal 2013 ricopriva il ruolo di dirigente nell'Azienda, dopo un trentennio passato all'Ulss 10 del Veneto Orientale. Era stata riconfermata ad inizio 2016

Una malattia che l'ha portata via in poco tempo. Ulss 3 in lutto per la morte del suo direttore sanitario, Rita Finotto, che a luglio avrebbe compiuto 60 anni. Laureatasi in Medicina e Chirurgia a Padova nel 1982, dopo 30 anni di lavoro all’Ulls 10 del Veneto Orientale, è passata all’Ulss 12 in qualità di dirigente dell’Azienda. "È stata con noi fino all'altro giorno - ha detto un commosso Giuseppe Dal Ben, direttore generale dell'Ulss 3 - Ha avuto una terribile patologia che se l'è portata via, ma ha lottato con determinazione".

"Nella nostra azienda sanitaria - ha aggiunto Dal Ben - viene a mancare una persona di altissimo spessore e un professionista di grandissima esperienza e capacità. All’Ulss 12 Veneziana prima e all’Ulss 3 Serenissima in questi ultimi mesi la dottoressa Finotto ha dato molto. Fondamentale il suo impegno per la costruzione di un dialogo e una collaborazione sempre più piena tra gli Operatori sanitari dell’Azienda a tutti i livelli. E’ stata inoltre protagonista della costruzione di un rapporto fattivo tra l’Azienda e tutte le altre realtà sanitarie del territorio, a cominciare dai Medici di Medicina Generale, a vantaggio degli utenti del nostro territorio".

Il ricordo dell'Ulss 4, l'azienda per la quale ha lavotato per 30 anni. "Ci lascia una grande professionista e, dal punto di vista umano, una persona pragmatica,  determinata, schietta, sincera. Per gran parte della carriera, Rita Finotto ha diretto gli ospedali di San Donà, Portogruaro e Jesolo, traghettando l’azienda attraverso tappe storiche, come la fusione delle Ulss 14 e 15 in Ulss 10, l’organizzazione degli ospedali alla luce della riforma socio-sanitaria regionale, e molto altro. Alla famiglia Finotto il cordoglio mio personale e quello di tutta l’Azienda Sanitaria Ulss4".

Il cordoglio del presidente del Veneto, Luca Zaia. "La sanità veneta perde una persona e una professionista che ha dato un grande contributo umano e professionale allo sviluppo complessivo delle cure ai veneti - questo il commento accorato - Rita Finotto ha lasciato il segno, non solo nell’ultima esperienza nell’Ulss lagunare, ma anche con il suo lungo e apprezzato lavoro all’Ulss del Veneto Orientale, dove è stata dirigente stimata e di grandi qualità umane".

Anche il Comune di Venezia partecipa al cordoglio per la prematura scomparsa di Rita Finotto: "È una perdita - sottolinea l'assessore comunale alla Coesione sociale Simone Venturini - davvero dolorosa sia da un punto di vista umano che professionale. Rita Finotto è stata una grande donna e una grande professionista: un costante punto di riferimento per coloro che l'hanno conosciuta e che hanno lavorato assieme a lei. A nome del sindaco Brugnaro e dell'intera città esprimo le più sentite condoglianze, in primis ai suoi familiari". I funerali saranno officiati venerdì alle 15, nel Duomo di San Donà di Piave.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento