menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Alexander Cowan, massimo "decriptatore" della Serenissima

Lo studioso, 62enne, aveva concentrato la sua attenzione sull'istituzione del patriziato per poi focalizzarsi sulla vita sociale a Venezia tra il 16esimo e il 18esimo secolo

Lo storico britannico Alexander Cowan, studioso del cosmopolitismo della Repubblica Veneziana, delle sue elite e dei suoi costumi sociali, è morto all'età di 62 anni per un tumore al pancreas. L'annuncio della scomparsa è stato pubblicato dal quotidiano londinese The Guardian.

Professore di storia moderna all'University of Northumbria, già docente al Newcastle Polytechnic, Cowan si era affermato cone un eminente specialista dei fenomeni di urbanizzazione nell'Europa dell'età moderna e poi come ricercatore sulla classe dirigente e i nobili a Venezia, grazie a una borsa di ricerca ottenuta alla London School of Economics.

Cowen è l'autore di un'indagine su una peculiare istituzione sociale, il patriziato urbano, all'inizio dell'età moderna. La sua indagine ha evidenziato che il patriziato, costituito da quelle famiglie che detenevano il massimo potere sociale, economico e politico in una data città, continuava a esistere numeroso nei secoli XVI e XVII. Era questo il caso della Germania e dell'Olanda, come pure dell'Italia settentrionale e centrale. Lubecca e Venezia rientrano anch'esse in questo comune modello. In entrambe le città esisteva un patriziato con una propria identità, caratterizzato da una posizione elevata, dalla ricchezza, dal potere politico e soprattutto da un alto grado di coesione.


Una sintesi di questa ricerca è confluita nel volume "Venezia e Lubecca 1580 - 1700" (1988), tradotto in italiano nel 1991 da Il Veltro editore. Dopo aver completato uno studio generale su "L'Europa urbana 1500-1700", titolo anche di un suo libro del 1998, Cowen si focalizzò sulla vita sociale a Venezia tra XVI e XVIII secolo, da cui poi è nata la monografia "Marriage, Manners and Mobility in Early Modern Venice" (2007), anticipata dal saggio "Mogli non ufficiali e figli illegittimi a Venezia nella prima età moderna" apparso sulla rivista "Quaderni storici" (Il Mulino, 2003). "Gossip and Street Culture in early modern Venice" è il titolo del saggio pubblicato nel 2008 su "Journal of Early Modern History". Cowen è stato uno dei fondatori dell'European Urban Culture Research Group.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sciopero Actv, i lavoratori bloccano il ponte della Libertà

  • Attualità

    Da lunedì riaprono i musei civici di Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento