menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzina 14enne morta durante l'operazione, chirurgo a giudizio

La giovane di San Michele era stata trasferita lo scorso 8 gennaio da Latisana all'ospedale di Udine, morì per un arresto cardiocircolatorio

Un processo per stabilire le reali cause e le eventuali responsabilità della morte di Veronica Surian, la 14enne di San Michele al Tagliamento morta l’8 gennaio all’ospedale di Udine dopo il trasferimento d’urgenza da Latisana, dove si era recata sei giorni prima per dei forti dolori addominali. Come riporta Il Gazzettino, un chirurgo 59enne di Latisana che quel giorno era di guardia ora è stato rinviato a giudizio.

L’accusa è di omicidio colposo, la decisione è stata presa dal gup del Tribunale di Udine. Il processo comincerà il 12 febbraio 2016. Il chirurgo formulò una diagnosi di “sindrome gastroenterica” escludendo altre patologie più gravi, il Pm accusa dunque al medico l’errata diagnosi iniziale e il fatto di non essersi mai schiodato da quella posizione. Anche se il quadro clinico peggiorava, con un versamento liquido in tutto l’addome.

Veronica venne accompagnata d’urgenza in sala operatoria con un ritardo che la Procura quantifica in quattro ore, ma durante l’operazione subentrò un arresto cardiocircolatorio che provocò la tragedia. La ragazzina aveva una malformazione congenita rimasta latente fino al 31 dicembre. La Procura sostiene che un tempestivo intervento chirurgico avrebbe potuto salvare la vita della ragazzina, la difesa del medico vuol approfondire con una consulenza tecnica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento