Meno morti sul lavoro, ma il Veneto resta ai vertici della graduatoria nazionale

Sono 69 i decessi da gennaio a oggi: 21 vittime in meno rispetto al 2018 in regione, ma siamo sopra la media del Paese. A Venezia 3 infortuni mortali

Morti sul lavoro, cantiere: archivio

I morti sul lavoro in Veneto sono in diminuzione. Un dato positivo quello diffuso dall'osservatorio Vega Engineering di Mestre sulla sicurezza. Nei primi 9 mesi del 2019, in regione, ci sono stati 21 decessi in meno rispetto al 2018, su un totale di 69 vittime. Tre morti in meno nel Veneziano. Numeri che rapportati a quelli nazionali, però, mettono ancora la regione ai primi posti della graduatoria delle emergenze: due punti percentuali in più rispetto alla media. Sono al 20% stranieri i lavoratori che hanno perso la vita in Veneto (14 persone). 

Le province

A Vicenza la maglia nera regionale per gli infortuni mortali verificati in occasione di lavoro (13), seguono: Verona (10), Padova (6), Treviso (4), Rovigo e Venezia (3), Belluno (1). «I numeri sono sempre inquietanti perché gli infortuni mortali sul lavoro, da gennaio a settembre, sono stati 7 al mese. L’emergenza morti bianche si propone sempre più nei luoghi della quotidianità lavorativa. Dove ci sono regole e discipline da osservare sul fronte della sicurezza. Ma che, evidentemente, talvolta non vengono neppure prese in considerazione», dice Mauro Rossato, presidente Vega Engineering.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Età e settori

Il Veneto è tra le regioni più colpite, considerando esclusivamente gli infortuni mortali avvenuti in occasione di lavoro. Una graduatoria in cima alla quale si trova la Lombardia (86), con il Lazio (59), l’Emilia Romagna (53), il Piemonte (50), la Campania (44) e, appunto, il Veneto (40). Quasi la metà dei lavoratori deceduti in Veneto aveva un’età compresa tra i 45 e i 54 anni (28 su 69). I settori maggiormente colpiti dal dramma sono: attività manifatturiere, trasporto e magazzinaggio, costruzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento