menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vola nello strapiombo durante l'escursione, muore un veneziano

Originario di Mirano, Alessandro Covatta abitava a Mestre da 18 anni. Il 49enne era architetto per la Regione. La tragedia sabato sulle Alpi

Escursione si conclude in tragedia in Alto Adige sabato pomeriggio. Alessandro Covatta, 49 anni, residente a Mestre da 18 anni ma originario di Mirano, ha perso la vita mentre si trovava assieme ad alcuni amici in alta montagna, lungo la ferrata del monte Paterno, che parte dal rifugio Locatelli. Come riportano i quotidiani locali, il gruppo di appassionati era formato da diciassette persone, compresa la vittima.

A un certo punto, a pomeriggio incoltrato, la comitiva stava tornando al rifugio quando, nei pressi della prima galleria del percorso, Covatta sarebbe volato per circa trecento metri nello strapiombo, per poi schiantarsi sul ghiaione sottostante e continuare la propria caduta per un altro centinaio di metri. Purtroppo l'alpinista ha perso la vita sul colpo e i soccorsi si sono rivelati vani. Saranno i prossimi accertamenti delle forze dell'ordine a stabilire se la vittima fosse o meno assicurata alla fune della ferrata. Il 49enne era uno stimato architetto dipendente della Regione Veneto. Dopo essersi laureato allo Iuav, aveva dapprima intrapreso una carriera da libero professionista, per poi iniziare a lavorare per la Regione. Era uno sportivo appassionato di montagna. Amava anche correre e la bicicletta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento