menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malore nei bagni dell'aeroporto, viaggiatore muore al Marco Polo

La tragedia lunedì nell'area arrivi dello scalo. Il decesso causato da un ovulo di droga. Il Suem era intervenuto prima per un altro malore

Stroncato da un malore mentre si trovava nei bagni dell'aeroporto Marco Polo di Venezia. Tragedia verso le 18.30 di lunedì nello scalo di Tessera, quando il medico legale ha dovuto constatare il decesso di un malcapitato viaggiatore. La vittima, secondo anche alcuni testimoni, si trovava nei bagni dell'area arrivi quando all'improvviso si sarebbe accasciata a terra. Battendo violentemente la testa.

All'iniizio non era chiaro se il decesso fosse sopravvenuto a causa di un possibile infarto o a causa del grave trauma cranico riportato. Fatto sta che i soccorsi immediati del personale sanitario si sono rivelati inutili. L'uomo ha perso la vita, mentre l'area della tragedia è stata interdetta per permettere i rilievi delle forze dell'ordine. Sulle prime non c'erano dubbi sul fatto che la vittima sarebbe comunque deceduta per cause naturali. Dopodiché il colpo di scena: l'autopsia ha infatti permesso di scoprire novanta ovuli di droga che la vittima, un 44enne bolzanino, aveva in pancia. Uno degli ovuli, però, si sarebbe rotto. Causando il decesso del "corriere".

Poco prima, poi, il personale del 118 era dovuto intervenire una prima volta per un malore a bordo di un aereo proveniente da Napoli. Un passeggero, infatti, all'improvviso avrebbe perso conoscenza. Preoccupando non poco l'equipaggio, che ha subito chiesto aiuto per l'emergenza. Fortunatamente poi tutto si sarebbe risolto per il meglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento