menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia a Marghera: malore in bicicletta, professore si accascia a terra e muore

È successo poco dopo le 13 in via Fratelli Bandiera, proprio davanti alla caserma della guardia di finanza. Ha perso la vita un 65enne, inutile ogni tentativo di rianimazione

Finisce a terra e muore nel giro di pochi minuti. È successo nel primo pomeriggio di venerdì a Marghera, in via Fratelli Bandiera. Un professore 65enne residente a Mestre, Pierangelo Vianello, che al momento dei fatti stava pedalando sulla sua bicicletta lungo il viale della città giardino all'improvviso ha iniziato a sentirsi male. La tragedia si è consumata nel tratto iniziale della strada, in corrispondenza dell'inversione a "U" vicino alla rampa che porta in via della Libertà. Proprio davanti alla caserma della guardia di finanza.

Subito chi ha assistito alla scena ha capito che la situazione era grave. I baschi verdi che si trovavano in caserma sono subito intervenuti e hanno iniziato a soccorrere lo sventurato, che vestiva con abiti sportivi. A pochi passi la sua bicicletta da corsa. Subito è stato chiesto l'intervento dei sanitari del 118. Sul posto è stata inviata un'ambulanza, con l'appoggio dell'automedica. L'uomo è stato disteso nel piccolo cortile della caserma, tra il cancello e la porta d'ingresso, e lì gli sono state praticate le manovre di rianimazione per cercare un salvataggio in extremis.

I tentativi sono durati alcune decine di minuti. Il personale medico ha provato in tutti i modi a salvare la vita al 65enne, che all'inizio si è mostrato cosciente. Poi, dopo poco, ha perso conoscenza. Per cercare di fargli riprendere l'attività cardiaca è stato utilizzato il defibrillatore, poi è stata iniettata dell'adrenalina. Le manovre di rianimazione sono state ripetute più volte, finché al medico non è rimasto altro che constatare il decesso del 65enne, pensionato. I mezzi di soccorso si sono allontanati poco prima delle 14. Numerosi i passanti che sono transitati a piedi o in auto in via Fratelli Bandiera che si sono chiesti il motivo della presenza dei mezzi sanitari. Purtroppo, però, venerdì non c'è stato alcun lieto fine.

La vittima era un professore dell'istituto Vendramin - Corner, dove insegnava Tecnica amministrativa. Negli anni passati avrebbe insegnato anche al Luzzatti-Gramsci e all'Algarotti, soprattutto Economia aziendale. Grande amante del ciclismo (aveva militato anche in una squadra dilettantistica mestrina) e della montagna, gli piaceva tenersi in forma praticando attività sportiva. Tra sci e bicicletta. Su un suo profilo online dichiarava di avere l'hobby della lettura e di essere anche un amante della natura e degli animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento